martedì 31 dicembre 2019

VOTO EMILIA ROMAGNA, VORREI SAPERE CHE PARTITO DI SINISTRA E' UN PD E RENZI CHE VOGLIONO TOGLIERE IL REDDITO DI CITTADINANZA E LA QUOTA 100. VOTATE CENTRO DESTRA

PD e Italia Viva che da anni massacrano gli Italiani, lavoratori, pensionati, giovani e si dichiarano partito di sinistra.

Ma veramente pensate che oggi il PD, Italia Viva, Leu e Pseudo Giornalisti e uomini di cultura siano per voi cittadini Italiani ?

Eliminare il reddito di cittadinanza, e quota cento indipendentemente da come siano strutturati, comunque vanno a vantaggio dei cittadini e' una azione di sinistra.

Mentre regalare miliardi di euro alle Banche Fallite e ai loro amministratori sia giusto ?

Meditate gente quando votate in Emilia Romagna la sinistra come parola viene pronunciata solo allo scopo di fottervi come sempre.

Votate Centro Destra che non e' Destra ma difende i diritti degli Italiani.

Perche' i Siciliani ed il Sud tutto non dovrebbero mai piu' votare PD e Renzi. Il Patto scellerato Crocetta-Renzi che ha incaprettato 6 milioni di Siciliani. Ho lanciato una Petizione Europea per contestare l'errata applicazione dello Stato Italiano di una norma Costituzionale con grave danno ai Siciliani. Raffaele Lombardo è stato un vero Siciliano vi spiego perche'.


Nella solenne cerimonia di Agrigento si firmò un Patto con ben pochi progetti “chiavi in mano”. 

Renzi e Crocetta avevano pomposamente dichiarato che l’accordo con un valore complessivo di 5.750 miliardi di euro, di cui 2.320 da impiegare nel 2016 e 2017,  cui si aggiunge 1 miliardo per le tre città metropolitane, che serviranno a finanziare le opere individuate.

Si trattava dei finanziamenti del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), i vecchi fondi FAS per capirci meglio. Soldi che appartengono già al Sud (per l’80%) e alla Sicilia. 

Si tratta dei fondi di finanziamento nazionale per le aree sottosviluppate che, in attuazione dei regolamenti UE, si aggiungono ai Fondi Strutturali europei.


Nessun nuovo finanziamento dunque, nessun finanziamento aggiuntivo, tutta una messinscena per coprire la svendita che il Partito Democratico Siciliano con la complicità del Partito Democratico Nazionale aveva fatto nei confronti della Sicilia e della cattiva considerazione che questo pseudo-partito di sinistra ha del Sud e dei Lavoratori.
Anzi, quel fondo si è notevolmente ridotto a causa dei continui ed illegittimi prelevamenti del Governo nazionale che, come se si fosse trattato di un Bancomat, ne ha usati gran parte per spese di carattere generale che, quindi, non rispettavano la percentuale spettante al Sud.
Il Fondo Sviluppo e Coesione era in origine di 55 miliardi; adesso sono diventati 38. 
17 miliardi si sono volatilizzati in spese principalmente dirette verso le aree forti del Paese. 
Di questi 38 miliardi ne vengono peraltro distribuiti molti meno con il Masterplan per il Sud (ossia con i cosiddetti Patti).
In questo scenario arriviamo tornando indietro al vero tradimento:
Crocetta stava Governando ma proprio in considerazione che le competenze finanziarie che lo Stato Italiano doveva in virtù dello Statuto Siciliano, art.36 e 37, non arrivavano, il suo Governo per coprire il disavanzo e non andare a casa (un vero Siciliano avrebbe dato le dimissioni) viene ricattato dall'allora Governo Renzi.
Renzi offriva un elemosina per approvare il bilancio, un cash 500 milioni di euro (già incassati?), la Sicilia accettava di ritirare entro il 30 settembre, tutti i ricorsi, in materia di finanza pubblica, presentati contro lo Stato davanti agi opportuni organi giurisdizionali, nonchè la rinuncia di tutte le somme già riconusciutele dalle sentenze emesse contro lo Stato dai suddetti organi tra il 2014 ed il 2016.
Mezzo miliardo che secondo molti deputati non sarebbe “reale” ma solo frutto di un accordo politico. Mezzo miliardo che non è stato certificato dalla Ragioneria generale né da una deliberazione di giunta. Mezzo miliardo che per tanti è “nullo”. 
Infatti e qui bisogna dare merito a Raffaele Lombardo che con tutte le sue problematiche ha instaurato un lungo e continuo contenzioso con lo Stato, attraverso ricorsi su ricorsi che in parte sono stato riconosciuti dopo decenni dalla consulta.
Insomma una sorta di riscossa affossata attraverso il coltello alla gola dal Governo Renzi del PD.
Nel Giugno 2014 il capo del Governo nazionale, Matteo Renzi, il presidente della Regione, Crocetta, e tutto lo stato maggiore del PD siciliano decidono di bloccare gli effetti delle sentenze della Corte Costituzionale fino al 2017.
Invece allora Governo Lombardo fece una crono-programma di opposizione e ricorsi contro il Governo vanificati poi dal patto scellerato.
Un esempio ma i ricorsi sono molti di piu';
2 gennaio del 2012 Raffaele Lombardo si oppone allo Stato riguardo a due commi previsti nella legge di stabilità nazionale. Quei commi (il 10 e l'11) contengono disposizioni relative al patto di stabilità delle regioni a Statuto speciale. 
Il 23 febbraio del 2012 la giunta regionale dà mandato al presidente Lombardo di avanzare un nuovo ricorso. Anche in questo caso di fronte alla Corte costituzionale. Un'altra norma statale avrebbe violato quei principi. Si tratta del decreto legge del 6 dicembre del 2011. 
Il ricorso economicamente più “pesante”, invece, è quello avanzato dal governo Lombardo con la delibera di giunta del 2 ottobre 2012 contro il decreto legge del 6 luglio di quell'anno. Sono stati “impugnati” in particolare gli articoli 4 e 16. I
Fino ad arrivare al 2014 sono agli atti – questi sì – importantissimi pronunciamenti della Corte Costituzionale che hanno apertamente riconosciuto il diritto della Regione siciliana di riscuotere tutte le entrate legate alla sua capacità fiscale e non soltanto quelle riscosse effettivamente sul suo territorio.
Il nostro Statuto lo Statuto della Regione siciliana  all’articolo 36 stabilisce che al fabbisogno finanziario della Regione si provvede con i redditi patrimoniali della Regione. 
Ciò significa che tutte le entrate fiscali derivanti da redditi patrimoniali della Regione siciliana sono della stessa Regione siciliana.
Che significa questo? 
Semplice: che la Regione siciliana gode di finanza propria. Non di finanza derivata (dallo Stato), né di finanza trasferita (come invece succede agli enti locali che ricevono i fondi dallo Stato o dalla Regione).
I problemi di Bilancio della Regione cosa che si chiarirà molto bene nel 2015 erano legati al fatto che la Regione vantava crediti nei riguardi dello Stato e, in parte, di privati che, stranamente, non si materializzavano mai!
Per molti, questo accordo ha svilito l’Autonomia siciliana e ridimensionato l’importanza dello Statuto Speciale. È stato interpretato come una “resa incondizionata” del Governo Regionale a quello di Roma. 
Chiedetelo ai signori del PD siciliano! 
Ma è pure vero che da quel settembre 2016 sono passati quasi tre anni in cui è mancata una cabina di regia a Palazzo d’Orléans.
Musumeci rompa il patto scellerato e proceda con il contenzioso anche a rischio di andare a casa, comunque alle prossime elezioni sarebbe rieletto.
La Sicilia e in modo bipartizan i politici Siciliani hanno male utilizzato lo Statuto favorendo assunzioni e clientelismo, e per questo non sono giustificabili.
Non bisogna nascondersi dietro nulla , ma i diritti Costituzionali vanno riconosciuti e mi piacerebbe che Giletti nelle sue trasmissioni contro la Sicilia parlasse anche di questo che forse farà meno audience ma sicuramente sarebbe un servizio pubblico al Sud ed ai Siciliani.
Fra l'altro molti soldi la Regione Siciliana e il suo Governatore Musumeci li possono ottenere per infrastrutture e altri progetti, dall'Europa attraverso la Bei ed altri enti.
Bisogna solo avere una cabina di regia di esperti e patnership pubblico e privato.
Anche in questo caso sto prendendo informazioni presso la Bei e privati per investire in Infrastrutture di mobilità.
Comunque faro' una petizione Europea per la violazione di alcuni diritti Costituzionali presso Europa e attivando una procedura d'infrazione presso la Corte di Giustizia Europea si pronuncia sui ricorsi contro gli Stati o le istituzioni per inadempimento degli obblighi previsti dal diritto dell'Unione.

lunedì 30 dicembre 2019

Cosa e' il EMS o MES ? perche' è inutile all'Italia ? perche' non e' obbligatorio ? di Remo Pulcini

Ciascun membro del MES contribuisce al capitale autorizzato del MES in base alla rispettiva quota di ciascun paese della popolazione totale dell'UE e del prodotto interno lordo.

Quando il MES è stato istituito nel 2012, gli allora 17 paesi dell'area dell'euro sono diventati i membri fondatori dell'istituzione.

 Da allora, altri due paesi, Lettonia e Lituania, hanno aderito all'area dell'euro e diventano membri del MES. 

L'Assemblea generale degli azionisti rappresenta i 17 paesi dell'area dell'euro al momento della costituzione dell'EFSF nel 2010. 

Può ordinare, eseguire e ratificare atti relativi alle operazioni dell'EFSF. Approva il bilancio e determina l'appropriazione e la distribuzione degli utili netti. 

Finora l'EFSF e l'ESM hanno erogato 254,5 miliardi di euro a cinque paesi. Hanno contribuito a mantenere insieme l'euro. Tre paesi hanno bussato alla porta dell'EFSF per chiedere aiuto. 

Prima è arrivata l'Irlanda (febbraio 2011), poi il Portogallo (giugno 2011).

La Grecia è tornata a marzo del 2012. L'esempio più visibile del successo delle due istituzioni è il miglioramento delle prestazioni dei paesi che hanno richiesto aiuto. Cipro (marzo 2016), Irlanda (dicembre 2013), Spagna (dicembre 2013) e Portogallo (maggio 2014), sono usciti con successo dai loro programmi EFSF / ESM senza un accordo di follow-up. 

Gli accordi di finanziamento regionale (RFA) sono meccanismi o accordi attraverso i quali gruppi di paesi si impegnano reciprocamente a sostenere finanziariamente i paesi che incontrano difficoltà finanziarie nelle loro regioni. 

Il MES è l'accordo di finanziamento regionale per l'area dell'euro, mentre alcune altre regioni del mondo (ad es. America Latina, Sud-est asiatico) hanno i loro RFA. Insieme sono le linee di difesa regionali nella Global Financial Safety Net (GFSN), che aiuta a prevenire e mitigare gli effetti delle crisi economiche e finanziarie. 

L'ESM è stato uno dei promotori della cooperazione formale tra RFA e FMI e tra gli stessi RFA. Dal 2016, un dialogo annuale ad alto livello si svolge durante gli incontri annuali del FMI a Washington, DC. Il MES gestisce, con prudenza e prudenza, 80,15 miliardi di euro di capitale versato dagli Stati membri dell'area dell'euro.

Italia ha già versato circa 15 miliardi di euro senza avere un solo beneficio per alcuni motivi specifici, nel particolare tre:

1) Rapporto deficit/pil inferiore al 60% , in questo parametro ci supera pure la Grecia.

2) Turbolenza dei mercati Finanziari quando si accede all'ESM

3) Incapacità politica Italiana d'intercettare finanziamenti per le Regioni del Sud.

Inoltre dovrà versare nel tempo fino a 40 miliardi di euro, eppure essendo un Azionista Principale avrebbe potuto agire nella recente modifica del Regolamento almeno a livello di rapporto deficit/pil, piu' favorevole all'Italia.

Il Nutri-Score è un sistema di etichettatura dei prodotti alimentari che semplifica l'identificazione dei valori nutrizionali di un prodotto alimentare utilizzando una scala cromatica ed una alfabetica. (Penalizza Italia ed i prodotti Genuini e nessuno dice nulla )

In base al sistema Nutri-Score risulterebbero altamente sconsigliati i prodotti della tradizione italiana come Parmigiano reggiano, pecorino romano, gorgonzola, prosciutto, olio e mozzarella mentre sarebbero promosse bevande gassate come Pepsi light, Coca Cola zero e Red Bull sugar free. L'eventuale applicazione di questo sistema di etichettatura comporterebbe il rischio di una banalizzazione alimentare irrazionale e pericolosa per il consumatore finale. Molti prodotti al centro della cosiddetta "dieta Mediterranea" risulterebbero fortemente penalizzati. Coldiretti stima che quasi l'85% in valore dei D.O.P. Made in Italy sarebbe bocciato da tale sistema. Alla luce di quanto precede, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti: Ritiene che il punteggio Nutri-Score sia lo strumento idoneo per classificare gli alimenti, funzionale ad un consumo consapevole e ad un'alimentazione sana e bilanciata da parte dei consumatori rappresentando un'indicazione esaustiva e reale della salubrità degli stessi? Ritiene opportuno attivarsi per la tutela delle produzioni agroalimentari d'eccellenza che rischiano di essere screditate da un sistema di valutazione estremamente analitico e "freddo" che entra apertamente in conflitto con la cultura e le abitudini alimentari di interi popoli, tra cui quello italiano?

domenica 29 dicembre 2019

La BEI fornisce 185 milioni di euro per modernizzare la ferrovia regionale nella Grande Berlino ed in Italia si abbandona il Sud nel particolare la Sicilia


La Banca europea per gli investimenti (BEI) fornisce 185 milioni di euro per modernizzare le ferrovie regionali nella Grande Berlino. DAL Deutsche Anlagen-Leasing è destinata a noleggiare nuovo materiale rotabile finanziato dalla BEI a Ostdeutsche Eisenbahn GmbH (ODEG), che a gennaio 2019 ha vinto i lotti 1 e 4 della gara d'appalto europea lanciata da Verkehrsverbund Berlin-Brandenburg (VBB) per il ammodernamento della rete "Elbe-Spree". Il prestito bancario dell'UE è garantito dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), il pilastro centrale del piano di investimenti per l'Europa. La BEI e la Commissione europea collaborano come partner strategici per questa iniziativa, con la banca dell'UE che utilizza i suoi finanziamenti per contribuire a rendere l'economia europea più competitiva. 

 Il vicepresidente della BEI Ambroise Fayolle , responsabile del FEIS e delle operazioni in Germania, ha dichiarato: “Questo finanziamento per i nuovi treni darà un forte impulso alla modernizzazione e allo sviluppo della ferrovia regionale nella Grande Berlino. Presso la banca europea, siamo convinti che una rete ferroviaria ben funzionante con buoni collegamenti e che offra maggiore comfort ai passeggeri possa dare un contributo vitale alla riduzione del numero di automobili sulle strade e in questo modo a ridurre l'inquinamento e mitigare il cambiamento climatico.

Mi chiedo come mai in Italia con decine di Istituti, commissioni e sottocommissioni non si riesce a creare un piano d'investimenti infrastrutturali per il Sud ed in particolare la Sicilia intercettando fondi e finanziamenti che invece vengono sistematicamente utilizzati dal Nord Europa , nel particolare la Germania.

Incompetenza ? Negligenza ? o un piano voluto di sottosviluppo per la Sicilia ed il Sud in genere.

Nel progetto Centro Destra mio, prenderò contatti con le parti in causa Europee per cercare lo sviluppo delle Infrastrutture Siciliane.

IL Progetto Tedesco e' un articolato piano Junker che da sempre ha utilizzato la negligenza della politica Italiana a vantaggio del proprio interesse.

sabato 28 dicembre 2019

La Sicilia non e' Italia e non e' Europa, il gap con queste Nazioni è ormai incolmabile. La politica e' complice, bisogna ripartire dalle Infrastrutture

La Sicilia non e' Italia e non è Europa, il gap con queste Nazioni è ormai incolmabile.

La politica ed i siciliani sono i primi colpevoli del disastro.

Inutile elencare i dati statistici tutti negativi, dall'economia al lavoro.

Il Governo Crocetta/Renzi ha dato il colpo finale, ma anche il Governo Musumeci non è riuscito a dare alcuno risultato concreto.

Il disavanzo è sempre piu' presente e di fatto commissaria tutte le azioni politiche anche quelle di Musumeci.

Esiste solo un unico modo per cercare di dare una possibilità a questa terra che è quella di investire con i privati in infrastrutture autostradali, aeroporti e vie del mare.

Bisogna investire tutti i soldi pubblici Italiani e quelli Europei, integrandoli con quelli dei privati.

Bisogna costruire una squadra di esperti per intercettare i fondi Europei e bisogna utilizzare lo statuto speciale per epurare enti che gestiscono le infrastrutture come il Cas e Autostrade.

Solo attraverso le Infrastrutture e gli accordi in un piano generale, una sorta di stati generali la Sicilia puo' uscire dall'abisso.

Italia ritrovi tramite il Centro Destra unito, un Governo forte e compatto, di sviluppo e resistenza alle pressioni Europee.

E' evidente che i Governi degli ultimi anni sono un appendice del diktat dell'Europa Francese e Tedesca.

Governi come il Conte 1 e Conte 2 utili ad approvare manovre economiche di recessione utili solo ad un Europa che mai sarà l'Europa dei Popoli.

Governi servi della Merkell o di Macron che ubbidiscono alle pressioni e ricatti europei.

Un Europa piena di burocrati e di strutture mangia soldi, che come il peggior delinquente utilizzano l'arma del "coltello sotto la gola" fatto da speculazione finanziaria, che gli consente di far cadere Governi legittimamente votati dal popolo come i vari Governi Berlusconi e Salvini.

L'Inghilterra con una storia e capacità economica diversa e' riuscita a sottrarsi alle mani mortali della Germania.

L'Italia piu' debole non potendo scappare da questa trappola mortale puo' almeno costruire un Governo forte e compatto con la maggioranza di Centro Destra che sia di ampia prospettiva di sviluppo interno ed esterno.

Un Governo capace di lottare contro la Corruzione, capace di modificare e restringere il potere giudiziario, capace di sviluppare Infrastrutture.

Un Governo capace di opporsi ai diktat Tedeschi e Francesi ad iniziare dal falso problema dell'Immigrazione per passare al Mes.

Un Governo di Centro Destra Moderato che utilizzi tutti i metodi e modi per essere forte e compatto dai Social all'epurazione da enti pubblici quali alcuni media di una certa sinistra ipocrita e autoreferenziata.

Serve una cabina di regia comune che vada oltre i partiti.

Il 27 dicembre 1947 il capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola promulga la costituzione della Repubblica italiana.


Il 27 dicembre 1947 il capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola promulga la costituzione della Repubblica italiana. Principi, valori e doveri sono già tutti lì. A noi, il compito di difenderla ogni giorno da stranieri, europei e italiani che volevano cambiarla e piegarla allo straniero contro gli Italiani.

Ma gli Italiani l'anno difesa.

Ricordo la Riforma Costituzionale della Boschi e di Renzi, bocciata dagli Italiani.

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo di legge costituzionale, avvenuta il 15 aprile 2016, alcuni parlamentari – appartenenti sia alla maggioranza sia all'opposizione – si sono avvalsi della facoltà di richiedere un referendum confermativo, prevista dall'articolo 138 della Costituzione

La consultazione referendaria ha visto un'alta affluenza alle urne, pari al 65,47% degli elettori[155], ed una netta affermazione dei voti contrari, pari al 59,12% dei voti validi[156]. La riforma non è stata quindi promulgata.

Il giorno successivo al referendum Matteo Renzi, preso atto della sconfitta, ha annunciato le sue immediate dimissioni da presidente del Consiglio.

giovedì 26 dicembre 2019

Accolta la mia Petizione Europea per la modifica della Convenzione di Dublino. Remo Pulcini

La Petizione da me proposta richiede un immediata modifica della Convenzione di Dublino perché nel momento in cui fu stipulata non era stata prevista invasione del Mediterraneo.

La Commissione accoglie la Petizione nella sua formulazione e si giustifica proprio nella parte da me contestata, riconoscendo le mutate condizioni rispetto a quando è stato firmato il Dublino 1 e 2.

Dublino era stato elaborato per i richiedenti protezione dall'est e non dal Mediterraneo.

Andrò a Bruxelles per fare un intervento sulla problematica, evidenziando che e' necessario modificare con un Dublino 4 che possa stavolta far condividere il peso dell'Immigrazione Italiana al Nord Europa.

Personalmente credo anche nella necessità che la gestione Migranti sia una questione Europea e non Privata da Ong.

Remo Pulcini

sabato 21 dicembre 2019

FIRMA LA PETIZIONE STAI CON SALVINI CONTRO IL PROCESSO POLITICO STAI CON LA DEMOCRAZIA !

Buon Natale agli Italiani ed al popolo di Centro Destra


mercoledì 18 dicembre 2019

Italy and Italians in Europe are impoverished financially, and socially. Europe is a German religion field based on financial blackmail. Brexit would never have happened without immigration.

On Brexit it is useless to make rivers of words and try to give piloted journalistic interpretations.

Brexit had been written for years, England would never remain a prisoner of the German and French duo.

With the USA they have saved European and World democracy and are well aware of the German financial risk.

Certainly many expected a longer time but in fact the idea of ​​not ending up in German was added a scientific and lobbying program of massive immigration from Africa.

A massive and meaningless immigration that is actually impoverishing the European democratic culture, society and work.

An Involution scientifically prepared and implemented by Europe and by NGOs that have in fact accelerated the Brexit process.

In Italy it would have been better to implement a two-speed Europe or get out and make an axis, this time from the exact part of the story with the USA and England.

The short-sighted and corrupt vision of our local politics has embraced the German and French grips, producing the destruction and impoverishment of our world culture.

Wild and senseless immigration, German and French and Northern European blackmail on our products, and the pressure of financial blackmail is translating into the disintegration and involution of the country.

On the one hand we import unqualified immigration with cheap labor and on the other hand the best managerial class of our children goes abroad.

The economic and political pressure made by the finance used as a weapon of mass destruction of Europe on the country increases the corruption and morale of the country.

Before it is too late, we must get out of this country's deadly grip by not voting for PDs and M5s who have voted for European directives.

Strategic companies that close or pass to the foreigner, layoffs, corruption, suppression of workers' rights and whoever has the most is putting them down are destroying everything.

The consequences will not be avoidable and we will see them in a few more years.

Italia e gli Italiani in Europa si impoveriscono finanziariamente, e socialmente. Europa è un campo di prigionia Tedesco che poggia sul ricatto finanziario. La Brexit non sarebbe mai avvenuta senza l'Immigrazione.

Sulla Brexit è inutile fare fiumi di parole e cercare di dare interpretazioni giornalistiche pilotate.

La Brexit era scritta da anni, l'Inghilterra mai sarebbe rimasta prigioniera del duo Tedesco e Francese.

Con gli Usa hanno salvato la democrazia Europea e Mondiale e sono ben consapevoli del rischio finanziario Tedesco.

Sicuramente molti si aspettavano un tempo piu' lungo ma di fatto all'idea di non finire in mani Tedesche si è aggiunto un programma scientifico e lobbistico di Immigrazione massiccia dall'Africa.

Un Immigrazione massiccia e senza senso che sta di fatto impoverendo la cultura democratica Europea, la società e il lavoro.

Un Involuzione scientificamente preparata e attuata dall'Europa e dalle Ong che di fatto hanno accelerato il processo della Brexit.

In Italia sarebbe stato meglio attuare un Europa a due velocità o uscire e fare un asse, stavolta dalla parte esatta della storia con Usa e Inghilterra.

La visione miope e corrotta della nostra politica nostrana invece ha abbracciato la morsa Tedesca e Francese producendo la distruzione ed impoverimento della nostra cultura mondiale.

Immigrazione selvaggia e senza senso, i ricatti Tedeschi e Francesi e del Nord Europa sui nostri prodotti, e la pressione del ricatto finanziario si sta traducendo nella disgregazione e involuzione del Paese.

Da un lato importiamo Immigrazione non qualificata con manodopera a basso costo e dall'altro la classe dirigente migliore dei nostri ragazzi va all'estero.

La pressione economica e politica fatta dalla finanza usata come arma di distruzione di massa d'Europa sul Paese aumenta la corruzione e il morale del Paese.

Prima che sia troppo tardi bisogna uscire dalla morsa mortale di questo Paese non votando PD e M5s che si sono pronati alle direttive Europee.

Imprese strategiche che chiudono o passano allo straniero, licenziamenti, corruzione, soppressione dei diritti dei lavoratori e chi piu' ne ha piu' ne metta stanno distruggendo tutto.

Le conseguenze non saranno evitabili e li vedremo fra qualche anno ancora.

martedì 17 dicembre 2019

ALTRI TEMI


giovedì 12 dicembre 2019

ITALIA SCELGA TRUMP E BORIS, NON EUROPA TEDESCA E FRANCESE. ITALY CHOOSE TRUMP AND BORIS PRETTY THAT GERMAN AND FRENCH EUROPE


ITALIA SCELGA TRUMP E BORIS, NON L'EUROPA TEDESCA E FRANCESE.

ITALY CHOOSE TRUMP AND BORIS PRETTY THAT GERMAN AND FRENCH EUROPE


Boris johnson wins, tomorrow Great Britain leaves Europe. You can get out of German and French Europe

Boris johnson wins, tomorrow Great Britain leaves Europe. You can get out of German and French Europe

Boris johnson stravince, domani la Gran Bretagna esce dall'Europa. Dall'Europa Tedesca e Francese si puo' uscire

Boris  johnson stravince, domani la Gran Bretagna esce dall'Europa. Dall'Europa Tedesca e Francese si puo' uscire 

Se non basta il buon senso per NON ratificare il MES, aiuteranno le ultime righe di questo saggio articolo:

ECONOMIA / Federico Giuliani 11 DICEMBRE 2019

La mannaia del Mes cadrà sulla testa di tutti i membri dell’Eurozona tranne uno: la Germania. Come se non bastasse l’evidente asimmetria alla base del trattato, c’è un altro aspetto da considerare per sottolineare l’inutilità del Fondo salva-Stati, ed è quello riguardante il suo essere un ibrido. In poche parole, è difficile descrivere il Meccanismo europeo di stabilità per il semplice motivo che un’operazione del genere implica una sua analisi poliedrica. Come ha spiegato al quotidiano Italia Oggi Alessandro Mangia, ordinario di diritto costituzionale alla Cattolica di Milano, “ci vuole qualcuno che lo guardi dal punto di vista del diritto commerciale, perché il Mes è una banca. Ci vuole qualcuno che lo guardi dal punto di vista del diritto costituzionale, perché il Mes è una banca che ha le prerogative di uno Stato sovrano. E ci vuole qualcuno che lo guardi dal punto di vista dell’economia dei mercati finanziari, perché nel Mes si concepiscono come un’istituzione finanziaria, e non capiscono perché un’ istituzione finanziaria debba essere oggetto di tante critiche”. 

 Una toppa a un errore di sistema Dunque, prima di parlare del Mes è necessario focalizzare l’attenzione sui “buchi del sistema” provocati dall’entrata in campo di una banca centrale, cioè la Bce, incapace di fare “la banca delle banche”. Il primo buco nero riguarda il fondo interbancario di assicurazione dei correntisti, mai voluto dai tedeschi sempre avuto dall’Italia. A seguire troviamo il cosiddetto programma Outright monetary transactions (Omt), il quale afferma che la Bce deve immettere denaro illimitato nei momenti di crisi. Arriviamo poi al Mes, che in pratica non è altro che un fondo dotato di una potenza di fuoco limitata pari a 700 miliardi di euro. Una cifra irrisoria considerando, ad esempio, la situazione della Deutsche Bank, che solo sui derivati ha un’esposizione che supera di 20 volte il Pil tedesco. “Il Mes – prosegue Mangia – è una toppa di garza ad un buco di progettazione del sistema“.

Il “trucchetto” di Berlino C’è poi un’altra contraddizione di fondo e riguarda da vicino l’atteggiamento tenuto da Giuseppe Conte, il quale avrebbe avallato la riforma del Mes senza prima avvisare il Parlamento. Mentre in Italia la legge Moavero sugli obblighi di coordinamento tra Parlamento e ministri che vanno in Europa “è una foglia di fico”, la Germania può contare su “una riserva costituzionale che in Germania è in vigore dal 2012 che pone un enorme problema di reciprocità tra Germania e altri Stati contraenti”. Detto altrimenti, il ministro italiano sarà pure tenuto a riferire in Parlamento ma l’articolo 34 del Mes “dice che i ministri che lavorano dentro il Mes sono tenuti al segreto professionale, come un qualunque dirigente di banca”. Dal momento che le banche vivono di riservatezza e che le costituzioni nazionali sono diverse tra loro, il rischio di provocare un cortocircuito è dietro l’angolo. In base a questo possiamo affermare che la Germania “è un membro del Mes a statuto speciale” perché – spiega ancora Mangia – “nel 2012 La Corte costituzionale tedesca ha bloccato ratifica e promulgazione del trattato” a patto “che l’ obbligo al segreto professionale non valesse di fronte al Bundestag” e a patto “che il contribuente tedesco avesse comunque il controllo, attraverso il Parlamento, dell’ operato del Mes e delle contribuzioni della Repubblica Federale a questa banca sovrana”. La Germania ha insomma anestetizzato con largo anticipo gran parte del contenuto del Mes. Cosa significa questo? Che certe parti del trattato esistono in Italia, in Francia o in Portogallo ma non in Germania.

There is no Climate Problem, there is a Europe problem

A Europe that is interested in climate issues that they do not foresee and that in any case are mostly Chinese and US interests.

A Europe that thinks of the Immigration and Economic Crisis of the Population issue is thinking of daring boats of Italian money to Poland and states that represent Coal to reconvert.

An Italian government that signs a June betraying the role of the Parliament in Mes at very unfavorable conditions and deprives itself of defending and protecting the interests of our own in Europe as is legitimate.

Fuori dall’Euro per l’Italia un boom economico da anni ‘50

Ultime considerazioni, nessun problema Climatico e assoluto servilismo del Governo Italiano agli interessi Europei

Un Europa che si interessa di problematiche Climatiche che non esistono e che comunque sono per la maggior parte d'interesse Cinese e Usa.

Un Europa che anziche' pensare al problema Immigrazione e Crisi Economica della Popolazione pensa di dare barche di soldi Italiani a Polonia e stati che producono Carbone per riconvertirsi.

Un Governo Italiano che firma a Giugno tradendo il ruolo del Parlamento un Mes a condizioni molto sfavorevoli e si priva di difendere e tutelare gli interessi nostrani in Europa come e' lecito che sia.

Persino la Lagarde ha affermato che la Bce deve rimanere indipendente dalla politica ma che e' naturale che ogni Nazione tenti di difendere i propri interessi.

Legge sulla legittima difesa disapplicata sistematicamente da una Magistratura politicizzata.

Il Centro Destra si rinforzi.

Si sta sfaldando e sciogliendo il M5s come neve al sole, grazie all'alleanza mortale del PD

Sono tre i senatori che nello stesso giorno hanno lasciato il Movimento 5 stelle per aderire alla Lega. Oltre a Ugo Grassi, che aveva ufficializzato il cambio di casacca nel pomeriggio, anche Francesco Urraro e Stefano Lucidi hanno abbandonato Luigi Di Maio per andare con Matteo Salvini.

Crollo nei sondaggi del M5S ed abbandoni eccellenti sotto il mortale abbraccio del PD, presto si torna ad un bipartitismo Lega purtroppo Pd.

Nuovi Post



mercoledì 11 dicembre 2019

Risultati tutti negativi per questo Governo PD/M5S/Conte anti-Italiano consenso in caduta libera. Movimento Azzurro

Governo stangata da 30 miliardi di tasse per gli Italiani.

Alitalia, Ilva e altra aziende solo parole in arrivo migliaia di licenziamenti.

Mes firmato di nascosto al Parlamento a Giugno che mette a rischio i risparmi degli Italiani.

Insistenza per lo Ius Soli del PD e nessuna ripartizione Europea.

Antisemitismo e Antirazzismo falso i casi degli Italiani sono 197 anno e non 200 al giorno, contro gli Italiani da parte dei clandestini oltre 200 casi al giorno.


Aderite al Movimento Azzurro del Centro Destra Popolare moderato.

Contattatemi pure per adesioni in ogni Regione Italiana

MES, gli Avvoltoi ringraziano (Fonte Ufficiale Teleborsa)

Continuano a non raccontare la verità, a non voler ammettere che il nuovo Trattato è pericolosissimo per l'Italia.

Dicono che è stata addirittura una vittoria contro il fronte rigorista, e che in fondo è cambiato ben poco: la valutazione circa la sostenibilità del debito era prevista anche in precedenza, e non c'è nessun automatismo circa la ristrutturazione del debito pubblico.

Nascondono la corda del boia, il fatto che ci sono due sistemi di intervento:

  • il primo tipo di aiuto ha carattere precauzionale, e può essere chiesto dagli Stati sulla base di una semplice Lettera di Intenti. Sono ammessi solo quelli che rientrano nei parametri del Fiscal Compact sul deficit strutturale e sulla riduzione del debito eccedente il 60% del PIL, e che non presentano rischi macroeconomici sulla base dei criteri definiti dalla Unione europea. Ottengono la linea di credito a pronta cassa, perché sono già ritenuti affidabili. Si impegnano, con la richiesta, a rispettare la sostenibilità del debito ed a restituire il prestito ottenuto;
  • il secondo tipo di aiuto ha carattere "rafforzato", e può essere concesso ai Paesi che non rispettano uno o più parametri stabiliti per la ammissibilità alla concessione degli aiuti precauzionali. In questo caso, dopo aver verificato la sostenibilità complessiva del debito, visto che oltre a quello già esistente bisogna aggiungere anche la restituzione del nuovo prestito che viene richiesto al MES. In questo caso, l'aiuto è soggetto ad una serie di severe condizioni: lo Stato richiedente deve firmare un MoU, un Accordo vincolante come quello che fu imposto dalla Troika alla Grecia. In pratica, è una resa incondizionata, con la perdita di qualsiasi autorità in materia fiscale, di spesa, e finanziaria.


Poiché l'Italia non rispetta i requisiti per avvedere agli aiuti precauzionali, è costretta a subire l'esame di sostenibilità del debito. Può darsi che si decida che non è sostenibile, ed allora partono i rimedi: una patrimoniale notturna, con il congelamento delle disponibilità sui conti correnti, sui conti di deposito, sui conti di gestione dei titoli. Ipoteche legali sulle case, e così via. E' una misura cautelativa, in vista del prelievo di almeno 500 miliardi di euro, che va fatta per evitare che si facciano trasferimenti di fondi all'estero o che si trasformino i depositi in assegni circolari. Questo prelievo patrimoniale sui cittadini italiani servirà a ridurre il debito in circolazione: con l'incasso prelevato, si chiamano all'asta le singole emissioni, e si comincia a rimborsare.



C'è molto di peggio: anche i detentori di titoli del debito pubblico potrebbero essere chiamati a contribuire, come è successo in Grecia. In pratica, i titoli in circolazione vengono sostituiti da altri, che hanno un valore inferiore: un taglio, detto "haircut", che può andare dal 10% in su. Questa è la perdita sull'investimento che deriva dalla ristrutturazione.

Visto lo shock fortissimo, sociale, politico ed economico, la speculazione comincerebbe a vendere titoli, soprattutto dall'estero, facendone crollare il valore. Come è accaduto in Grecia, i Fondi Avvoltoio comprerebbero i titoli anche al 40% del valore facciale. Per la paura, si svende: nessuno sa come andrà a finire.

E così saranno gli speculatori a guadagnare: incasseranno la differenza tra il prezzo a cui hanno comprato i titoli sul mercato in un momento di panico e l'incasso che otterranno al momento del rimborso, seppure parziale, a seguito della ristrutturazione del debito.

Comunque la si giri, la riforma del MES è pericolosissima per l'Italia. Non abbiamo la possibilità di avere gli aiuti precauzionali, e dobbiamo seguire una trafila lunga, complessa e drammatica per ottenere gli aiuti "rafforzati", che prevedono la cessione della sovranità economica e finanziaria. Nel frattempo, succede di tutto, a vantaggio degli Avvoltoi: i soldi si fanno comprando da chi è disperato.

Un Trattato scritto da chi conosce fin troppo bene i ricatti dei mercati.

MES, gli Avvoltoi ringraziano.


Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa

Se lo dice un esperto !

venerdì 6 dicembre 2019

Reddito di cittadinanza, via libera a card e arretrati per i cittadini extracomunitari

Via libera al Reddito di cittadinanza per gli extracomunitari che ne hanno diritto e che finora avevano visto la richiesta bloccata per mancanza di documentazione aggiuntiva. L’Inps ha avvisato con un sms i 23mila richiedenti le cui domande erano bloccate. Il numero degli extracomunitari beneficiari del Reddito sale così a circa 78.000 (55.000 lo percepiscono già) su un totale di poco più di un milione di percettori complessivi di Reddito e pensione di cittadinanza.

giovedì 5 dicembre 2019

Bisogna alimentare il CDX in un momento storico in cui i Comunisti Europei vogliono malamente applicare i principi liberali del cdx. Pochi ancora votano una sinistra che ha distrutto i principi nobili di sinistra per piegarsi alle lobby a danno del futuro degli Italiani.

Il Centro Destra Italiano in un momento storico in cui ha il supporto del Popolo Italiano ma che di fatto e' assediato dalla magistratura, dalla Finanza comandata dalle Lobby Europee Tedesche e Francesi nonchè da una forza mediatica televisiva deve assolutamente rafforzare i principi liberali che da sempre hanno sostenuto la Democrazia Occidentale filo Americana.

Esiste una azione coordinata, mondiale, europea e nazionale che tenta in ogni modo legale e non legale di convincere il Popolo Sovrano che il CDX e Trump siano razzisti, nazisti e pericolosi.

Di fatto la maggior parte del Popolo Italiano e in un parallelo il Popolo Americano non abboccano ma una certa minoranza di sinistra ancora legata a concetti nobili della sinistra vengono utilizzati da questi imbonitori di partiti di sinistra al solo scopo di poterli controllare e utilizzare.

Questi partiti che di sinistra hanno solo ereditato la storia nobile di fatto per riuscire a portare a termine le loro porcate a danno del Popolo devo da un lato piegare tali principi al solo uso di contrapposizione ad un nemico che di fatto non esiste.

Nel contempo rubando i principi nobili di liberismo democratico di centro destra occidentale, rimanendo concettualmente "comunisti del comitato centrale" non essendo abituati ad utilizzare tali strumenti li hanno distorti e rubati, per fare interessi personali delle Lobby Finanziarie ed Europee.

I risultati sono evidenti e disastrosi:

Corruzione, Salvataggi Bancari, Mes firmato senza permesso dal Parlamento, fallimenti Industriali, tentativi di modificare la costituzione, sottomissione allo straniero Francia e Germania, dissoluzione dello statuto dei lavoratori e  dell'art.18, distruzione delle pensioni, del pubblico impiego, del futuro dei nostri figli e si potrebbe continuare per giorni.

Il risultato di questo disastro e' un Futuro che non esiste per i nostri figli che devo abbandonare la propria terra in favore dei pochi fortunati raccomandati dal sistema, esodati, licenziamenti e un ventennio Europeo le cui promesse erano di felicità e ricchezza e invece si e' trasformato in sacrifici, lacrime e sangue.

Siamo stati catapultati in questa Europa esclusivamente a due velocità quella Tedesca, Francese e delle Nazione del Nord e quella piu' povera e schiava del Sud.

Oggi dopo tanti disastri ci si giustifica che senza Europa sarebbe stato peggio, di fatto non esiste nessuna prova anzi forse si sarebbe stato meglio.

Gli Italiani sono stati catapultati in EUROPA con tante promesse e di fatto si sono trovati prigionieri e privati di un principio sancito da ogni carta dei diritti dell'Uomo che e' quello della autodeterminazione del Popolo e della Propria Nazione.

In questo meccanismo oggi e' impossibile uscire o battere i pugni sul tavolo perche' armati da un arma di distruzione di massa come la Finanza appena un Popolo alza la testa ecco scatenarsi l'inferno sui mercati e subire una dura repressione.

In questo scenario la sinistra Italiana non ha fatto altro che diventare il comodo segugio dei dictat Tedeschi o Francesi facendo subire agli Italiani i piu' ignobili soprusi.

Oggi siamo in un Europa filo Tedesca e Francese che strizza occhio alla Cina e alla Russia.

Ecco perche' il CDX deve tornare a governare i nobili principi liberali sapendoli applicare e rinforzare gli accordi con l'America di Trump, chiudendo i ponti con Cina e Russia.

Non comprendere che con questa linea politica di sinistra si finisce per diventare tutti schiavi e poveri e' un errore che gli Italiani stanno già pagando duramente.

VOTATE CENTRO DESTRA E VOTATE IL MIO MOVIMENTO CENTRO DESTRA POPOLARE MOVIMENTO AZZURRO.





NERVOUS AND HYSTERICAL PELOSI HAS ANY PROBLEM ?


mercoledì 4 dicembre 2019

Da fondatore dell'Europa a succube della Germania e Francia per colpa del Partito Democratico

E' inaccettabile che il Partito Democratico sia diventato il braccio prolungato dell'Europa Tedesca e Francese che di fatto spadroneggia in Italia in barba alla Costituzione e alla sovranità popolare, bisogna essere consapevoli che malgrado il PD, Italia Viva e M5S l'Italia e' un grande Paese che deve imporre le sue scelte in Europa e non subirle.

Immigrazione, Regolamento di Dublino, Banche, Mes e quanto utilizzato da questi stati per imporre all'Italia condizioni che tradiscono il principio fondativo dell'Europa.

Malgrado queste pressioni e le campagne di demonizzazione del Centro Destra il Popolo Sovrano ha gli anticorpi per saper scegliere chi deve Governare e in che modo.



             

lunedì 2 dicembre 2019

#MES - L'ACCORDO E' STATO RAGGIUNTO A GIUGNO DEL 2019 ECCO IL DOCUMENTO UFFICIALE. VI SPIEGO IN BREVE COSA COMPORTA PER ITALIA AVER ACCETTATO LE MODIFICHE

Il documento che prova senza ombra di dubbio che già a Giugno il Governo Italiano aveva accettato le modifiche senza parlarne al Parlamento.

DRAFT revised text of the treaty establishing the European Stability Mechanismas agreed by the Eurogroup on 14 June 2019


Aver accettato una modifica del Mes con rapporto deficit/Pil al 60% senza battere ciglio significa o essere complici dello straniero oppure non aver capito che in momento in cui si puo' modificare qualcosa va modificato a nostro favore.

E' come se fate un accordo NUOVO con la vostra banca peggiorando le condizioni contrattuali.

In pratica vi daranno il prestito solo se rispettate un rapporto deficit/pil al 60% quando già in partenza sapete che il vostro rapporto e' ampiamente superiore (insomma significa essere masochisti o coglioni senza almeno aver provato a cambiare qualcosa)

Qui di seguito in breve le modifiche raggiunte dall'accordo.

Di fatto Italia fornisce al Mes 14 miliardi (che potrebbe conservarli per le proprie banche o attacchi speculativi e li fornisce al Mes, che su gestione Tedesca e Francese potrà in base agli accordi e modifiche accettate decidere se elargire e come tali somme).

Da un lato Francia, Germania, Olanda e dall'altra Italia, Spagna e Grecia.

Siamo assolutamente fuori da ogni dignità e rispetto per un grande paese come Italia.

Si parla di destra e sinistra, di sardine e gatti quando la partita è piu' grande per tutto il Paese, ci si gioca il futuro e il commissariamento del Paese !

Eligibility criteria for ESM precautionary financial assistance

MIO VIDEO CHE SPIEGA LA QUESTIONE IN TERMINI MOLTO SEMPLICI:




MES