lunedì 30 dicembre 2019

Cosa e' il EMS o MES ? perche' è inutile all'Italia ? perche' non e' obbligatorio ? di Remo Pulcini

Ciascun membro del MES contribuisce al capitale autorizzato del MES in base alla rispettiva quota di ciascun paese della popolazione totale dell'UE e del prodotto interno lordo.

Quando il MES è stato istituito nel 2012, gli allora 17 paesi dell'area dell'euro sono diventati i membri fondatori dell'istituzione.

 Da allora, altri due paesi, Lettonia e Lituania, hanno aderito all'area dell'euro e diventano membri del MES. 

L'Assemblea generale degli azionisti rappresenta i 17 paesi dell'area dell'euro al momento della costituzione dell'EFSF nel 2010. 

Può ordinare, eseguire e ratificare atti relativi alle operazioni dell'EFSF. Approva il bilancio e determina l'appropriazione e la distribuzione degli utili netti. 

Finora l'EFSF e l'ESM hanno erogato 254,5 miliardi di euro a cinque paesi. Hanno contribuito a mantenere insieme l'euro. Tre paesi hanno bussato alla porta dell'EFSF per chiedere aiuto. 

Prima è arrivata l'Irlanda (febbraio 2011), poi il Portogallo (giugno 2011).

La Grecia è tornata a marzo del 2012. L'esempio più visibile del successo delle due istituzioni è il miglioramento delle prestazioni dei paesi che hanno richiesto aiuto. Cipro (marzo 2016), Irlanda (dicembre 2013), Spagna (dicembre 2013) e Portogallo (maggio 2014), sono usciti con successo dai loro programmi EFSF / ESM senza un accordo di follow-up. 

Gli accordi di finanziamento regionale (RFA) sono meccanismi o accordi attraverso i quali gruppi di paesi si impegnano reciprocamente a sostenere finanziariamente i paesi che incontrano difficoltà finanziarie nelle loro regioni. 

Il MES è l'accordo di finanziamento regionale per l'area dell'euro, mentre alcune altre regioni del mondo (ad es. America Latina, Sud-est asiatico) hanno i loro RFA. Insieme sono le linee di difesa regionali nella Global Financial Safety Net (GFSN), che aiuta a prevenire e mitigare gli effetti delle crisi economiche e finanziarie. 

L'ESM è stato uno dei promotori della cooperazione formale tra RFA e FMI e tra gli stessi RFA. Dal 2016, un dialogo annuale ad alto livello si svolge durante gli incontri annuali del FMI a Washington, DC. Il MES gestisce, con prudenza e prudenza, 80,15 miliardi di euro di capitale versato dagli Stati membri dell'area dell'euro.

Italia ha già versato circa 15 miliardi di euro senza avere un solo beneficio per alcuni motivi specifici, nel particolare tre:

1) Rapporto deficit/pil inferiore al 60% , in questo parametro ci supera pure la Grecia.

2) Turbolenza dei mercati Finanziari quando si accede all'ESM

3) Incapacità politica Italiana d'intercettare finanziamenti per le Regioni del Sud.

Inoltre dovrà versare nel tempo fino a 40 miliardi di euro, eppure essendo un Azionista Principale avrebbe potuto agire nella recente modifica del Regolamento almeno a livello di rapporto deficit/pil, piu' favorevole all'Italia.

0 commenti:

Posta un commento