sabato 28 dicembre 2019

Il 27 dicembre 1947 il capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola promulga la costituzione della Repubblica italiana.


Il 27 dicembre 1947 il capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola promulga la costituzione della Repubblica italiana. Principi, valori e doveri sono già tutti lì. A noi, il compito di difenderla ogni giorno da stranieri, europei e italiani che volevano cambiarla e piegarla allo straniero contro gli Italiani.

Ma gli Italiani l'anno difesa.

Ricordo la Riforma Costituzionale della Boschi e di Renzi, bocciata dagli Italiani.

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo di legge costituzionale, avvenuta il 15 aprile 2016, alcuni parlamentari – appartenenti sia alla maggioranza sia all'opposizione – si sono avvalsi della facoltà di richiedere un referendum confermativo, prevista dall'articolo 138 della Costituzione

La consultazione referendaria ha visto un'alta affluenza alle urne, pari al 65,47% degli elettori[155], ed una netta affermazione dei voti contrari, pari al 59,12% dei voti validi[156]. La riforma non è stata quindi promulgata.

Il giorno successivo al referendum Matteo Renzi, preso atto della sconfitta, ha annunciato le sue immediate dimissioni da presidente del Consiglio.

0 commenti:

Posta un commento