sabato 28 dicembre 2019

La Sicilia non e' Italia e non e' Europa, il gap con queste Nazioni è ormai incolmabile. La politica e' complice, bisogna ripartire dalle Infrastrutture

La Sicilia non e' Italia e non è Europa, il gap con queste Nazioni è ormai incolmabile.

La politica ed i siciliani sono i primi colpevoli del disastro.

Inutile elencare i dati statistici tutti negativi, dall'economia al lavoro.

Il Governo Crocetta/Renzi ha dato il colpo finale, ma anche il Governo Musumeci non è riuscito a dare alcuno risultato concreto.

Il disavanzo è sempre piu' presente e di fatto commissaria tutte le azioni politiche anche quelle di Musumeci.

Esiste solo un unico modo per cercare di dare una possibilità a questa terra che è quella di investire con i privati in infrastrutture autostradali, aeroporti e vie del mare.

Bisogna investire tutti i soldi pubblici Italiani e quelli Europei, integrandoli con quelli dei privati.

Bisogna costruire una squadra di esperti per intercettare i fondi Europei e bisogna utilizzare lo statuto speciale per epurare enti che gestiscono le infrastrutture come il Cas e Autostrade.

Solo attraverso le Infrastrutture e gli accordi in un piano generale, una sorta di stati generali la Sicilia puo' uscire dall'abisso.

0 commenti:

Posta un commento