martedì 25 febbraio 2020

Conte e questo Governo di sinistra hanno fallito e devono dimettersi, per coprire il loro totale fallimento usano Salvini come paravento delle loro incapacità. L'unità non esiste solo quando conviene a loro

Conte e questo Governo di sinistra hanno fallito e devono dimettersi, per coprire il loro totale fallimento usano Salvini come paravento delle loro incapacità.

Conte e questo Governo di minoranza e non eletto ma nominato unito alla cronica incapacità del m5s hanno fallito sempre e costantemente su ogni piano e livello completando il loro fallimento nella gestione dell'emergenza #coronavirus.

Hanno fallito nelle politica economica, nella politica migratoria e nella capacità d'intercettare il consenso degli Italiani.

E' anche vero che questo modesto Governo nasce soltanto con il compito di attuare quanto comandato dall'Europa, insomma un compitino già scritto che dovevano come i muli attuare.

In questo quadro di desolazione l'unico parafulmnine per cercare di nascondere i loro fallimenti e' stato di utilizzare Salvini come il nemico colpevole di qualsiasi cosa accadesse in Italia, non ultimo persino nel #coronavirus cacciandolo di razzista quando invece era un segnale di allarme.

Un opposizione capace soltanto di eliminare l'avversario politico che ha il consenso totale del popolo attraverso larma Giudiziaria, savo poi gridare all'unità quando la loro incapacità rasenta respinsabilità queste si da codice penale.

Un Leader che non merita rispetto neppure come uomo, perche' quando conviene a lui chiede unità quando poi bisogna rappresentare il Comandate della Concordia Italia addossa la colpa ad un Ospedale.

Sbaglia la destra e sbaglia Salvini a non rispondere con accuse supportate dai fatti contro questo Governo e contro un Leader che scarica le colpe sui suoi dipendenti, che leader e che uomo e'.

Il problema nasce alla fonte ed e' espressione di quella incapacità che questa minoranza ha sulle scelte giuste anche in campo Immigratorio rimanendo sotto ricatto delle Ong.

Vadano a casa adesso e non dopo.


0 commenti:

Posta un commento