mercoledì 19 febbraio 2020

Quando vi dicono che i processi penali dureranno cinque anni,vi prendono in giro perché omettono di dirvi che ci sono in più i due anni previsti per le indagini.


Non vi dicono soprattutto che NON È PREVISTA ALCUNA SANZIONE SE DURANO DIECI O QUINDICI ANNI INVECE DI CINQUE.

 Inoltre,per i reati più gravi,mafia e terrorismo ad esempio,non ci sarà nessun termine. 

Quando vi dicono che aumenteranno i casi di giudizio abbreviato e patteggiamento significa che il mercato delle vacche e cioè regalare un terzo della pena in cambio del fare subito i processi,diventerà la regola con forte limitazione dei diritti della difesa,con pregiudizio per la certezza della pena e per la giustezza delle decisioni. 

Quando vi dicono che aumenterà il numero dei giudici perché si possano fare più processi,vi truffano perché metteranno nei collegi avvocati a fare i giudici che normalmente non li fanno contare niente nelle decisioni e che la mattina faranno i giudici e il pomeriggio o il giorno dopo faranno gli avvocati con forte e riscontrato pericolo che gli avvocati,che dovrebbero fare solo gli avvocati come i giudici dovrebbero fare solo i giudici,sfruttino la loro posizione di giudici per farsi gli affari loro come avvocati. 

Quando vi dicono che per accelerare i processi,si aboliranno i collegi giudicanti in appello e sulle sentenze dei giudici di primo grado giudicherà non un collegio ma un solo giudice,privano in realtà il cittadino della garanzia della collegialità almeno in appello,mentre è noto quale schifo facciano i processi con giudice monocratico in primo grado che nella normalità dei casi sono avvocati e non magistrati come sono avvocati anche i pubblici ministeri che operano in dibattimento,quasi sempre ignari dell’oggetto dei processi.

 La collegialità è garanzia di equilibrio e approfondimento.

La monocraticita’ si trasforma nel novanta per cento dei casi in aberrante abuso di potere e di stupida prevaricazione degli imputati. Sono schifato di magistrati,avvocati,politici perché tutti solo dolosamente e per interessi di potere o di categoria,non solo non fanno nulla per impedire questo imbarbarimento del processo penale,ma ci sguazzano per tornaconto,per ignoranza,per convenienza,per corruzione. 

Ve la faccio io la riforma,cominciando col cacciare dalle aule di giustizia tutti i magistrati che lo Stato di nomina per farsi tutelare nei suoi poteri ed anche nella sua corruttela e col metterci le giurie popolari con le quali finalmente la giustizia sarà esercitata dal popolo e non in nome del popolo.

È’ chiaro che non in condivido minimamente le pseudo riforme di Bonafede che pretende di fare il ministro della giustizia mentre ignora il principio di irretroattività delle leggi penali che la corte costituzionale gli ha rimproverato annullando la spazzacorrotti e penso che dopo questa sentenza si sarebbe dovuto dimettere.

Lo dico da iscritto al M5S perché la cultura e la buonafede,non il Bonafede,sono al primo posto nella mia testa.

Avvocato Taormina Pensieri Facebook che meritano riflessioni


0 commenti:

Posta un commento