martedì 24 marzo 2020

Contagiati 4.824 operatori sanitari e 30 Medici Morti, focolai in Ospedali. La mia denuncia al Sistema Sanitario da rivedere da zero, esaminiamo gli errori fatti che hanno creato la tempesta perfetta.


Contagiati 4.824 operatori sanitari. Morti altri due medici In totale, per la Fnomceo, sarebbero 19 i camici bianchi in attività deceduti.

Con focolai spesso nati in molti presidi Ospedalieri, Pubblici e Privati.

Con questi numeri che vanno ampliandosi appare evidente che qualcosa non ha funzionato nel Sistema Sanitario e questo qualcosa non puo' essere imputabile solamente all'Emergenza.

Sia chiaro un plauso va a tutti gli operatori sanitari che si sono e si stanno sacrificando senza lamentarsi, con stipendi bassi e pur sapendo dei rischi che corrono.

Una delle prima cause della diffusione del virus risiede proprio nei cosidetti esperti dell Istituzioni di Vertice del Ministero della Salute, dei vari Assessorati Regionali o delle Istituzioni tutte di supporto dal Consiglio della Sanità o dell'Iss.

Queste istituzioni di vertice spesso sono politicizzate e non vedono al posto giusto il migliore ma piuttosto il piu' conveniente.

A questo aggiungiamoci il completo disaccordo, sottovalutazione e diversificato dei pareri dei cosidetti Scienziati Virologi ed Infettivologi.

Nella fase iniziale voglio ricordare che alcune Istituzioni Sanitarie Nazionali che dovevano coordinare il problema nel fine settimana sono rimaste chiuse.

Questi comportamenti hanno fatto perdere tempo prezioso che di fatto si e' realizzato nel Commissariamento del Ministero della Sanità da parte della Protezione Civile.

Il virus ha trovato terreno fertile e tempo per invadere il Paese inizialmente su questi fattori a cui poi si sono aggiunte le problematiche croniche come i frequernti tagli al Sistema Sanitario che hanno impoverito di Medici e sanitari il Sistema e di posti letto in genere ma in particolare i piu' costosi come quelli di sub-intensiva e di rianimazione.

La lotta e' stata impari e basata solamente sulla spalle degli Operatori, se confrontiamo il nostro comportamnto con quello Cinese posso solo affermare che il loro e' stato di gran lunga superiore.

Nelle prime fasi delle diffusione del virus hanno costituito gruppi di esperti militari e civili del settore che hanno istruito tutto il personale sanitari sul biocontenimento e grazie alla ampia disponibilità di presidi e dpi il loro sistema si e' ben comportato.

Siamo un paese pieno di Piani di Qualità, di Commisisoni, di Rischio Clinico, di Procedure tutte ben scritte sulla carta e ben fotocopiate una dall'altra come e' ormai diventato il Piano triennale della anticorruzione e della trasparenza, una pura formalità burocratica spesso comprata con gli enti di accreditamento ma che di fatto non vengono mai messi inpratica e che spesso gli operatori non conoscono se non quando arrivano le attività ispettive.

Come il stistema Ecm ben strutturato sulla carta ma che tutti gli operatori sanno come un sistema da comprare in termini di crediti senza che di fatto si faccia vera informazione.

Un Sistema Sanitario troppo scritto sulla carta e poco pratico, dove operatori sanitari spesso Governati da Nominati e non dalla Meritocrazia si trovano da soli ad affrontare l'oceano dei problemi lasciandoci la pelle spesso per quattro soldi.

Il Sistema assicura a tutti sanità gratis, come i Pronto Soccorsi strapieni nella normale attività di italiani che spesso vanno per problemi assicurativi piuttosto che per problemi sanitari e che oggi sono vuoti dimostrando quanti soldi si sprecano per mantenere in vita avvocati, periti ed assicurazioni.

Il Sistema Sanitario Italiano non e' il migliore , ma uno dei tanti sistemi con molte cose da rivedere se non si vuole ritrovare di nuovo nella stessa "merda" e con tanti sanitari "morti" come se andassero al sacrificio dell'agnello pasquale.

No Un Sistema Sanitario anche gratis cosi' non serve a nessuno !

0 commenti:

Posta un commento