domenica 15 marzo 2020

ECCO COME I CINESI HANNO VINTO SUL #CORONAVIRUS - TUTTE LE PROCEDURE ADOTTATE ANCHE MEDICHE NEGLI OSPEDALI SIN DALL'INIZIO AD OGGI (cronologia). UTILE !

Appena avuta notizia del virus sono stati mandati medici militari e militari per isolare la zona

Il 31 Dicembre viene dato l'allarme e Ospedale cittadino accoglie i malati di polmonite.

Nel frattempo l'allarme scatta per l'arrivo in un solo giorno di 600 malati.

Si attiva subito il famoso laboratorio di riferimento dell'esercito per il monitoraggio delle malattie infettive respiratorie acute, il Laboratorio di pressione negativa dell'Ospedale Generale dell'Ospedale Centrale è l'unico laboratorio dell'esercito cinese con una funzione di pressione negativa.

In pratica questo laboratorio monitorizza l'influenza stagionale dal 2015 dopo l'allerta si accorge subito che esiste un impennata improvvisa di casi.

L'ospedale ha istituito un gruppo di spicco ha schierato soldati d'élite e la piena partecipazione dei reparti centrali; 

ha svolto un addestramento di protezione su collegamenti critici come cliniche per la febbre e malattie infettive;

ha adottato misure di isolamento per migliorare il livello di protezione; aumentato le maschere di riserva, l'abbigliamento protettivo, l'isolamento Dispositivi di protezione come indumenti, acquisto di emergenza di 30 respiratori a pressione positiva e 60 elementi filtranti di ricambio.

Il giorno di Capodanno di quest'anno, il Central Theater General Hospital è entrato in uno stato di guerra.

Il 4 gennaio,
l'ospedale ha adattato e ampliato le cliniche della febbre e l'intero ospedale ha aumentato il livello di protezione.

Il 6 gennaio è stato ricoverato il primo paziente.

Alcuni giorni dopo, i letti nel reparto infettivo sono saturi.

Il 15 gennaio, l'ospedale ha deciso di espandere rapidamente l'area della malattia infettiva.

Il 16 gennaio, il primo caso campione è stato inviato alla Commissione municipale per la salute e la salute di Wuhan.  

Il 17 gennaio furono aperti i 2 reparti e i 3 reparti che si precipitarono ad aprire vengono saturati di pazienti.

Il 19 gennaio, l'ospedale ha aggiornato il livello di comando per la prevenzione e il controllo dell'epidemia, ha istituito un quartier generale in prima linea e i membri del comitato del partito hanno vissuto nell'edificio degli uffici collettivamente; tutti i dipartimenti dell'agenzia hanno riorganizzato il personale e la divisione dei compiti; sono stati disegnati gruppi di esperti, gruppi medici, gruppi di sicurezza e varie squadre di riserva Il gruppo è completato; l'intero ospedale conduce formazione professionale e valutazione della prevenzione delle malattie infettive.

Nell'Ospedale Generale del Teatro Centrale, i focolai di febbre hanno adottato misure di protezione di alto livello sin dall'inizio e sono rigorosamente trattati e gestiti in conformità alle malattie infettive di classe A.   

Successivamente, il numero di casi sospetti, casi confermati e casi di morte ha continuato ad aumentare, ma il numero di cure ha sempre mostrato "0".

Al momento, la natura del virus è sconosciuta, il meccanismo è sconosciuto, il grado di pericolo è sconosciuto, il trattamento è sconosciuto e la via di trasmissione è ancora in fase di dimostrazione.

Tutti i medici hanno una ricca esperienza clinica di prima linea e hanno partecipato a una serie di importanti operazioni militari: 28 infermieri hanno 14 infermieri, la maggior parte dei quali ha titoli intermedi o senior.   

Quando il team medico arrivò all'ospedale polmonare, l'ospedale era già pieno di pazienti. Scaricarono materiali e attrezzature e andarono in battaglia e un reparto generale fu convertito in terapia intensiva in 36 ore.

Il 23 gennaio, il numero di pazienti ambulatoriali nel Central Theater General Hospital ha continuato ad aumentare e i letti sono diventati la risorsa più scarsa. Il 26 gennaio 7 reparti tra cui l'edificio interno di medicina dell'ospedale e il distretto dell'ospedale di Hankou sono stati rinnovati contemporaneamente e completati entro due giorni.

Due giorni dopo, tutti e sette i reparti del Central Theater General Hospital furono consegnati per l'uso e 10 reparti dell'ospedale iniziarono a ricevere pazienti in grandi quantità.

l'ospedale generale del teatro centrale ha assunto più di 1.000 membri del personale medico per le cure di prima linea e ha aperto quasi 500 letti. A partire dalle 18:00 del 12 marzo, oltre 13.000 pazienti erano stati ricoverati nella clinica ambulatoriale, un totale di 816 pazienti erano stati ricoverati nella nuova area di polmonite coronarica e 684 pazienti erano stati curati e dimessi.

Di fronte allo scoppio di oltre 600 persone al giorno, Jiang Xiaojing non sapeva quanti di loro fossero pazienti con una nuova polmonite coronarica, ma sapeva che lasciarli andare avrebbe causato un disastro ancora maggiore.

Allo stesso tempo, una buona notizia è arrivata da un altro laboratorio medico di base ad alta velocità in ospedale.

Dopo aver rintracciato i dati clinici dei primi 522 pazienti con nuova epidemia di polmonite coronarica, lo studio ha scoperto che sebbene la tempesta infiammatoria fosse il principale fattore che ha causato l'insufficienza multipla di organi, è diversa dal passato.

Mentre i pazienti con nuova epidemia di polmonite coronarica si sono verificati il ​​numero di altri linfociti Significativamente diminuito.

Questo risultato è stato rapidamente pubblicato da MedRxiv, la migliore piattaforma di prestampa medica al mondo.

Diao Bo, direttore del laboratorio medico di base, ha fornito una versione vernacolare della spiegazione: è quello di rafforzare la valutazione della funzione immunitaria dei pazienti ospedalizzati con nuova polmonite coronarica e migliorare l'autoimmunità ha un effetto significativo sul miglioramento del tasso di guarigione.

Il Central Theater General Hospital ha mobilitato il personale e le risorse materiali nella massima misura durante l '"epidemia" di questa guerra. L'ospedale ospita migliaia di pazienti, 4.600 dipendenti,

Il più difficile è il finanziamento delle forniture mediche.

Sono stati aperti così tanti reparti infettivi in ​​una sola volta e gli indumenti protettivi e le maschere preparate in precedenza venivano esauriti rapidamente. Nel momento più stressante, le forniture mediche dell'ospedale hanno potuto sostenere solo un giorno.

"Non puoi lasciare che i soldati vadano sul campo di battaglia senza armi?" He Jun, ministro dei servizi sanitari, ha detto che hanno avviato varie relazioni per raccogliere fondi e infine hanno contattato un gruppo di forniture mediche.

Huoshenshan Hospital è un ospedale da campo specializzato in emergenza costruito dal 23 gennaio 2020 al 2 febbraio 2020 in risposta allo scoppio del coronavirus 2019-2020.

parte Medica Pubblicata su MEDRXIV


I coronavirus umani (HCoVs), tra cui il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV), la sindrome respiratoria del Medio Oriente coronavirus (MERS-CoV) e il romanzo coronavirus del 2019 (2019-nCoV), conducono epidemie globali con morbilità e mortalità elevate. Tuttavia, al momento non esistono farmaci efficaci destinati al 2019-nCoV. Il riutilizzo dei farmaci, rappresentato come un'efficace strategia di scoperta dei farmaci dai farmaci esistenti, potrebbe abbreviare i tempi e ridurre i costi rispetto alla scoperta di nuovi farmaci. In questo studio, presentiamo una metodologia integrativa e antivirale di riproposizione di farmaci che implementa una piattaforma di medicina di rete basata sulla farmacologia dei sistemi, quantificando l'interazione tra l'interattività dell'ospite HCoV e gli obiettivi farmacologici nella rete di interazione proteina-proteina umana. Analisi filogenetiche di 15 genomi interi di HCoV rivelano che 2019-nCoV ha la più alta identità di sequenza nucleotidica con SARS-CoV (79,7%) tra gli altri sei HCoV patogeni noti. In particolare, l'inviluppo e le proteine ​​nucleocapside di 2019-nCoV sono due regioni evolutivamente conservate, con identità di sequenza del 96% e 89,6%, rispettivamente, rispetto alla SARS-CoV. Usando le analisi di prossimità della rete di bersagli farmacologici e le interazioni conosciute dell'ospite HCoV nell'intero interattoma proteina-proteina umana, abbiamo identificato computazionalmente 135 farmaci putativi ripetibili per la potenziale prevenzione e trattamento degli HCoV. Inoltre, abbiamo dato la priorità a 16 potenziali farmaci ripetibili anti-HCoV (tra cui melatonina, mercaptopurina, e sirolimus) che sono stati ulteriormente convalidati dalle analisi di arricchimento delle firme del gene del farmaco e dai dati di trascrittomia indotta da HCoV nelle linee cellulari umane. Infine, abbiamo mostrato tre potenziali combinazioni di farmaci (tra cui sirolimus più dactinomicina, mercaptopurina più melatonina e toremifene più emodin) catturati dal modello di esposizione complementare: gli obiettivi dei farmaci colpiscono entrambi la sottorete dell'ospite HCoV, ma colpiscono quartieri separati nell'uomo rete di interattività proteico-proteica. In sintesi, questo studio offre potenti metodologie basate su rete per l'identificazione rapida di farmaci riutilizzabili candidati e potenziali combinazioni di farmaci verso futuri studi clinici per HCoV. e toremifene più emodin) catturati dal modello di esposizione complementare: gli obiettivi dei farmaci colpiscono entrambi la sottorete dell'ospite HCoV, ma prendono di mira quartieri separati nella rete di inter-proteina umana-proteina. In sintesi, questo studio offre potenti metodologie basate su rete per l'identificazione rapida di farmaci riutilizzabili candidati e potenziali combinazioni di farmaci verso futuri studi clinici per HCoV. e toremifene più emodin) catturati dal modello di esposizione complementare: gli obiettivi dei farmaci colpiscono entrambi la sottorete dell'ospite HCoV, ma prendono di mira quartieri separati nella rete di inter-proteina umana-proteina. In sintesi, questo studio offre potenti metodologie basate su rete per l'identificazione rapida di farmaci riutilizzabili candidati e potenziali combinazioni di farmaci verso futuri studi clinici per HCoV.

Problemi Miocardici:


Contesto: dallo scoppio della malattia di Coronavirus 2019 (COVID-19) in Cina, sono state osservate manifestazioni respiratorie della malattia. Tuttavia, come comorbilità fatale, la lesione miocardica acuta (AMI) nei pazienti COVID-19 non è stata precedentemente studiata in dettaglio. Abbiamo studiato le caratteristiche cliniche dei pazienti COVID-19 con AMI e determinato i fattori di rischio per AMI in essi. Metodi: abbiamo analizzato i dati di 53 pazienti COVID-19 consecutivi confermati in laboratorio e ospedalizzati (28 uomini, 25 donne; età, 19-81 anni). Abbiamo raccolto informazioni su caratteristiche epidemiologiche e demografiche, caratteristiche cliniche, test di laboratorio di routine (inclusi biomarcatori di lesioni cardiache), ecocardiografia, elettrocardiografia, risultati di imaging, metodi di gestione ed esiti clinici. risultati: Complicanze cardiache sono state riscontrate in 42 dei 53 (79,25%) pazienti: tachicardia (n = 15), anomalie elettrocardiografiche (n = 11), disfunzione diastolica (n = 20), elevati enzimi miocardici (n = 30) e AMI ( n = 6). Tutti e sei i pazienti con AMI avevano un'età> 60 anni; cinque di essi presentavano due o più comorbidità sottostanti (ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e malattia polmonare ostruttiva cronica). La gravità della nuova polmonite da coronavirus (NCP) era più alta nei pazienti con AMI che nei pazienti con AMI non definito

Perido di incubazione

Motivazione: la polmonite di Wuhan è una malattia infettiva acuta causata dal romanzo coronavirus del 2019 (COVID-19). Viene trattata come una malattia infettiva di classe A sebbene sia stata classificata come classe B secondo la legge cinese sulla prevenzione delle malattie infettive. Una stima accurata del periodo di incubazione del coronavirus è essenziale per la prevenzione e il controllo. Tuttavia, rimane poco chiaro circa il suo esatto periodo di incubazione sebbene si ritenga che i sintomi di COVID-19 possano comparire in soli 2 giorni o fino a 14 o anche più dopo l'esposizione. Il calcolo accurato del periodo di incubazione richiede dati originali sulla catena di infezione che potrebbero non essere completamente disponibili nelle regioni di Wuhan. In questo studio, miriamo a calcolare accuratamente il periodo di incubazione di COVID-19 sfruttando i dati della catena di infezione, che è ben documentato ed epidemiologicamente informativo, al di fuori delle regioni di Wuhan. Metodi: Abbiamo acquisito e raccolto dati COVID-19 ufficialmente segnalati da 10 regioni della Cina, ad eccezione della provincia di Hubei. Per ottenere il calcolo accurato del periodo di incubazione, abbiamo coinvolto solo i casi ufficialmente confermati con una cronologia chiara dell'esposizione e del tempo di insorgenza. Abbiamo escluso coloro che non hanno descrizioni epidemiologiche pertinenti, che lavorano o vivono a Wuhan per lungo tempo o che sono difficili da determinare il tempo di esposizione possibile. Abbiamo proposto un approccio di simulazione Monte Caro per stimare l'incubazione di COVID-19 e anche metodi non parametrici impiegati. Abbiamo anche impiegato l'apprendimento multiplo e le relative analisi statistiche per decifrare le relazioni di incubazione tra i diversi gruppi età / genere. Risultato: Il periodo di incubazione di COVID-19 non ha seguito le distribuzioni generali di incubazione come le distribuzioni lognormale, Weibull e Gamma. Abbiamo stimato che la media e la mediana della sua incubazione erano 5,84 e 5,0 giorni tramite bootstrap e proposto simulazioni Monte Carlo. Abbiamo scoperto che i periodi di incubazione dei gruppi con età> = 40 anni e età

SICURAMENTE DELLE SQUADRE SPECIALIZZATE DI MEDICI ED INFERMIERI PER ISTRUIRE TUTTI GLI OSPEDALI ITALIANI SONO UTILI

Remo Pulcini

0 commenti:

Posta un commento