domenica 5 aprile 2020

LE PROVE UFFICIALI IN UN DOCUMENTO DI WIKILEAKES DELLA POSSIBILITA' DI RENDERE UN VIRUS LETALE E MORTALE: un ricercatore olandese rende l'influenza aviaria contagiosa e mortale, il comitato decide se pubblicare come farlo

Ri: [OS] US / PAESI BASSI / CT / TECH - AGGIORNAMENTO: un ricercatore olandese fa
l'influenza aviaria contagiosa e mortale, il
comitato decide se pubblicare come farlo


Questo articolo è in risposta alle cose che sono state pubblicate negli ultimi
due giorni, ed è una bella spiegazione del motivo per cui non dovremmo essere
entusiasti di questo ancora, ma evidenzia anche come questi
focolai casuali di influenza esotica potrebbero diventare brutti molto velocemente se il virus muta nel
modo giusto.

http://blogs.discovermagazine.com/loom/2011/12/02/making-viruses-the-natural-way/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+DiscoverMag+%28Discover+Magazine%29

Rendere i virus naturali modo

Quando si tratta di virus, a noi umani piace far finta di sapere molto di più di quello
che realmente sappiamo. È comprensibile. Il virus dell'influenza, ad esempio, ha
solo dieci geni. È solo un guscio che trasporta geni e proteine ​​in una
cellula ospite, dove compromette la biochimica per produrre più virus. E
sembra un problema biologico così facile da risolvere.

Eppure l'influenza e altri virus nascondono una complessità che i virologi hanno
scoperto solo in parte. L'idea che qualcuno possa intenzionalmente progettare un
virus super-letale da graffio, per quanto plausibile possa sembrare, è, per ora, un
delirio.

Se hai seguito le notizie la scorsa settimana, potresti pensare di averlo fatto
stato smentito. Sono emerse segnalazioni su due team di scienziati che
producono virus dell'influenza che potrebbero potenzialmente uccidere milioni di persone se fuggissero
dai laboratori. Per ora gli scienziati hanno bloccato i virus
e i funzionari del governo stanno discutendo se possono pubblicare i loro
risultati. (New Scientist and Science hanno eccellenti resoconti.)

Quindi queste prove dimostrano che gli scienziati sono diventati Frankenstein virali, che
possono progettare agenti patogeni a piacimento? Quasi.

La nuova ricerca fa parte di una lotta di lunga data per capire come
sorgono nuove tensioni influenzali. È chiaro che tutti i virus influenzali che infettano l'uomo alla
fine si sono evoluti da virus che infettano gli uccelli. Di volta in volta,
le persone possono captare questi virus, che infettano le loro vie respiratorie. A seconda
della varietà, l'influenza aviaria può essere innocua o letale per l'uomo. Ma per la maggior
parte, non può passare da un essere umano all'altro. È troppo ben adattato per la
vita negli uccelli.

In rare occasioni, l'influenza aviaria riesce ad adattarsi all'uomo. Potrebbe
sperimentare una selezione naturale, potrebbe prelevare alcuni geni dai
virus dell'influenza umana o entrambi. Gli scienziati stanno ancora cercando di capire cosa serve
a un virus influenzale per effettuare questa transizione. È una domanda importante, non
solo come una questione di biologia fondamentale, ma come una questione di salute globale.
Quando i nuovi fuochi di uccelli saltano sugli umani, ci mancano le difese immunitarie contro di loro,
e possono quindi causare pandemie in tutto il mondo.

Da
un po 'di tempo gli esperti dell'influenza hanno attirato l'attenzione su un ceppo dell'influenza aviaria : H5N1. È straordinariamente letale, eppure, da quando è
venuto alla luce per la prima volta nel 1997, non è riuscito a fare il grande salto e
iniziare a diffondersi da persona a persona. Se ricevi H5N1, sei nei
guai. Ma non molte persone lo capiscono. Ancora.

Questo significa che H5N1 non ha proprio quello che serve per diventare la
prossima grande pandemia? O significa semplicemente che il virus non ha ancora sviluppato la
ricetta giusta?

Gli scienziati hanno cercato di rispondere a questa domanda armeggiando con il virus.
Invece di provare a creare un virus che si diffonde tra le persone, hanno infettato i
furetti, che risultano avere la stessa esperienza con l'influenza di
noi umani. Ad aprile, gli scienziati del CDC hanno pubblicato l'ultimo di questi
studi. Hanno focalizzato la loro attenzione su una proteina chiamata emoagglutinina,
che i virus dell'influenza usano per entrare nelle cellule ospiti. Sulla base di
esperimenti precedenti , gli scienziati del CDC hanno ragionato che il giusto aggiustamento alla
struttura dell'emoagglutinina in H5N1 potrebbe passare dal legarsi fortemente
alle cellule di uccello alle cellule di mammifero.

Ma le loro modifiche razionali fallirono. Hanno concluso che c'era molto di più
nel diventare un'influenza umana che non capiamo ancora.

Gli studi che hanno ora colpito la notizia sono riusciti laddove altri
esperimenti hanno fallito. La differenza è che invece di provare
ritocchi razionali , gli scienziati si sono seduti indietro e hanno lasciato che l'evoluzione facesse il ritocco.

Secondo le notizie, gli scienziati hanno usato un metodo collaudato
noto come passaggio seriale. Infetti un animale. Si ammala. Aspetti che
il virus si riproduca all'interno del suo ospite animale - quando sorgono nuovi mutanti e
la selezione naturale favorisce alcuni mutanti rispetto ad altri - e quindi prendi alcuni
virus dall'animale malato e ne infetta uno sano. Lo ripeti,
spostando il virus da host a host.

Cose interessanti possono accadere quando lasci che i virus si evolvano sotto di essi
condizioni. La selezione naturale può produrre virus con molte nuove mutazioni,
che insieme consentono loro di riprodursi più rapidamente in laboratorio rispetto ai loro antenati.
E quei virus, in alcuni casi, possono essere molto più pericolosi dei loro
antenati.

Nel 2007, ad esempio, una virologa di nome Kanta Subbarao e i suoi
colleghi hanno trasformato il virus SARS in questo modo. La SARS si è evoluta da un
virus pipistrello , attraversando gli esseri umani nel 2003. Ha ucciso oltre 900 persone prima di
scomparire misteriosamente. Subbarao voleva trovare un modo per studiare la SARS
negli animali da laboratorio, come i topi. I topi normalmente non si ammalano di
virus SARS umani , anche se il virus può replicarsi a bassa velocità all'interno
loro. Anche quando i topi sono geneticamente modificati in modo che non possano sviluppare
un sistema immunitario, la SARS non può danneggiarli.

Quindi Subbarao e i suoi colleghi che invece di cambiare i topi, avrebbero
cambiato il virus. Hanno inoculato topi con il virus SARS, gli hanno dato la
possibilità di replicarsi al loro interno e quindi hanno isolato i nuovi virus per
infettare nuovi topi.

Nel corso di soli 15 passaggi, è passato da un virus innocuo a
uno mortale. Ora bastava un'annusata di SARS per uccidere un topo.

Come riferisce Martin Enserink in Science, i nuovi esperimenti sull'influenza aviaria
sono stati altrettanto efficaci. Hanno trasformato H5N1 in un'influenza da furetto in soli 10
generazioni. Quando gli scienziati hanno terminato, non hanno più dovuto
trasportare l'influenza da un furetto all'altro. Un furetto sano doveva solo essere
posizionato vicino a un malato; il virus potrebbe viaggiare attraverso l'aria. Quando hanno
esaminato il nuovo ceppo, hanno scoperto cinque mutazioni in due geni. Tutte e
cinque le mutazioni sono state trovate nei virus H5N1 naturali, ma non tutti in un
virus.

In altre parole, un virus influenzale per i mammiferi era al di là della ragione umana, ma
era abbastanza facile per l'evoluzione trovare, date le giuste condizioni. Ciò
suggerisce che H5N1 potrebbe non dover evolvere molto per farci diventare il suo host. Naturalmente
, un esperimento di passaggio seriale non è identico al naturale dell'influenza
mondo, dove circola tra milioni di uccelli e talvolta
incontra persone. Ma è inquietantemente vicino.

E se è così facile per le mutazioni trasformare l'H5N1 in un'influenza umana, i
virus sperimentali hanno molto da dirci su ciò che potremmo affrontare in
futuro. Non ha senso condannare gli scienziati per manomettere la
natura. Stavano guardando la natura fare ciò che fa inquietantemente bene.

Il 29/11/11 11:00, Morgan Kauffman ha scritto:

Alleva il virus nei furetti alcune volte, e voilà, una pandemia in attesa di
accadere

http://www.doctortipster.com/6952-dutch-researcher-created- un-super-influenza-virus con-the-potenziale-to-kill-millions.html

Ricercatore olandese ha creato un virus superinfluenzale con il potenziale di uccidere
milioni di persone
Pubblicato in: Notizie mediche da Andrei Riciu 77 Commenti il ​​28 novembre
2011

Un ricercatore olandese ha creato un virus con il potenziale di uccidere metà
della popolazione del pianeta. Ora, i ricercatori e gli esperti nel bioterrorismo
discutono se sia una buona idea pubblicare la "ricetta" della creazione del virus.
Tuttavia, diverse voci sostengono che tale ricerca non dovrebbe essere
avvenuta in primo luogo.

Il virus è un ceppo di influenza aviaria H5N1 geneticamente modificato per essere
estremamente contagioso. È stato creato dal ricercatore Ron Fouchier del
Erasmus Medical Center Rotterdam, Paesi Bassi. Il lavoro è stato
presentato per la prima volta in una conferenza dedicata all'influenza, che si è svolta a
settembre a Malta.

L'influenza aviaria è emersa in Asia circa 10 anni fa. Da allora sono
stati segnalati meno di 600 casi di infezione nell'uomo. D'altra
parte, il ceppo geneticamente modificato di Fouchier è estremamente contagioso e
pericoloso, uccidendo circa il 50% dei pazienti infetti. Il precedente ceppo
non rappresentava una minaccia globale, poiché la trasmissione da uomo a uomo è
rara. O, almeno, era prima che Fouchier lo modificasse geneticamente.

Fouchier e il suo team hanno usato un paio di furetti per i test perché
reagire in modo simile a quello umano, quando esposto al virus dell'influenza.
I ricercatori hanno trasmesso il virus mortale da un furetto all'altro, al
fine di rendere il virus più adattabile a un nuovo ospite. Dopo 10
generazioni, il virus si è mutato permettendogli di diffondersi nell'aria.
Il risultato fu che i furetti potevano ammalarsi solo vicino a un altro
animale infetto.

Uno studio genetico ha mostrato che il nuovo ceppo virale presentava cinque mutazioni
e tutte potevano essere osservate in natura - ma solo separatamente, non tutte e
cinque le combinazioni. La varietà di Fouchier è contagiosa quanto l'
influenza umana stagionale , che uccide decine di migliaia di persone, solo che è molto più
letale.

"Non posso pensare che un organismo patogeno sia più pericoloso di questo
", ha commentato Paul Keim, uno specialista in genetica microbica che ha lavorato
per molti anni con il bacillo di antrace. "Penso che l'antrace non sia
affatto spaventoso, rispetto a questo virus", ha aggiunto.

Keim è il coordinatore del Comitato Nazionale degli Stati Uniti dedicato alle
questioni della biosicurezza e ora deve prendere una decisione. Se Fouchier vuole
pubblicare il suo studio in dettaglio su come è stato creato il virus, Keim e il suo
comitato devono approvare.

Molti scienziati sono preoccupati per le possibili conseguenze negative che
potrebbero precedere la pubblicazione di questa ricerca. Ci sono molte paure
per quanto riguarda i bioterroristi che potrebbero trovare utili suggerimenti o un'intera "ricetta"
per pianificare attacchi biologici. Sono in corso le richieste per la
creazione di un'istituzione internazionale incaricata di sovrintendere a
progetti di ricerca così pericolosi .

"È una cattiva idea per gli scienziati trasformare un virus letale in un virus
letale e altamente contagioso. Ed è una seconda cattiva idea per loro
pubblicare come lo hanno fatto in modo che altri possano copiarlo", ritiene il dott. Thomas
Inglesby, un bioterrorismo esperto

D'altra parte, se lo studio diventa disponibile per la
comunità scientifica , potrebbe consentire ai ricercatori di "essere preparati" per un potenziale
Pandemia H5N1. Poiché lo studio di Fouchier suggerisce che il rischio che ciò
accada è maggiore di quanto si pensasse. Alcuni ricercatori ritengono che
vietare la carta lascerà l'umanità indifesa se il virus
muta naturalmente e diventa contagioso.

0 commenti:

Posta un commento