domenica 31 maggio 2020

DEMOCRATIC-GUIDED MINNEAPOLIS CAUSED ALL THIS, VOTE TRUMP IN 2020 IF YOU DON'T WANT THE WHOLE COUNTRY TO GET A BREAK OF VIOLENCE UNDER THE DEMOCRATIC

DEMOCRATIC-GUIDED MINNEAPOLISI CAUSED ALL THIS, VOTE TRUMP IN 2020 IF YOU DON'T WANT THE WHOLE COUNTRY TO GET A BREAK OF VIOLENCE UNDER THE DEMOCRATIC

Partito Democratico-Contadino-Laburista del Minnesota - Wikipedia

Monta la protesta contro questo Governo e contro il PD che agisce fra le tenebre della magistratura per abbattere opposizione democraticamente votata. Gilet Arancioni, Casa Pound, e liberi cittadini in marcia su Roma

Monta la protesta contro questo Governo e contro il PD che agisce fra le tenebre della magistratura per abbattere opposizione democraticamente votata. Gilet Arancioni, Casa Pound, e liberi cittadini in marcia su Roma.

Le manifestazioni nella capitale, in piazza Duomo, Torino e Bologna per opera dei Gilet Arancioni, Casapound, Centro Destra Moderato e liberi cittadini contro lo scempio di un Governo incapace e corrotto, e contro un Partito Democratico che agisce nelle tenebre della Magistratura per abbattere quanto legittimamente Votato dagli Italiani. In queste ora viene comunicato che per motivi non precisati non è stata autorizzata la manifestazione del Centro Destra del 2 Giugno. Stanno aizzando e provocando la Democrazia.

Andria: Gilet Arancioni, Spagnoletti Zeuli: «Siamo lontani anni ...

sabato 30 maggio 2020

«Nel 2014 gli USA scelsero l’Italia come capofila nella crociata sui vaccini» PRESTO UN INCHIESTA SCANDALO: Il Codacons denuncia la #Lorenzin.

FONTE IL FATTO QUOTIDIANO:

"Nel 2014 gli Stati Uniti scelsero l’Italia come capofila, ‘cavia’, per la grande crociata sui vaccini. In America il nostro ministro della Salute Beatrice Lorenzin ottenne l’incarico di guidare per 5 anni le strategie di prevenzione e le campagne vaccinali dei 40 Paesi aderenti al Global Health Security Agenda. 

È quanto ricostruisce oggi Il Fatto Quotidiano in un articolo a firma di Luciano Cerasa ricordando anche gli annunci sull’allarme contagio degli ultimi mesi: L’idea della ministra Lorenzin risale al 2014, quando in uno studiolo alla Casa Bianca l’allora sottosegretario alla Sanità Bill Corr conferisce alla ministra e al presidente dell’Agenzia italiana del Farmaco, Sergio Pecorelli, l’incarico di guidare nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali dei 40 paesi aderenti al Global Health Security Agenda. Per l’occasione il “Center for Disease Control” degli Stati Uniti, sceglie il morbillo come “indicatore”della bontà delle strategie vaccinali globali. 

Le nazioni considerate “leading” di tale progetto sono l’Italia e il Portogallo, con il contributo di altri paesi come India, Pakistan, Corea, Arabia Saudita, Yemen.

L’obiettivo era di raggiungere in 5 anni, a partire dal 2014, una copertura di almeno il 90% di bambini vaccinati entro i quindici mesi di vita. Nel decreto Lorenzin l’asticella si è alzata al 95% in un anno.

’EPIDEMIA DI MORBILLO IN ITALIA, L’ALLARME E IL DECRETO SUI VACCINI Secondo il giornale diretto da Marco Travaglio l’allarme lanciato sull’epidemia morbillo è stato usato dal governo per spalancare le porte alla riforma Lorenzin.

Il Fatto ricorda l’allarme sulla diffusione della malattia lanciato dalla ministra e da Matteo Renzi nei mesi scorsi, i dati sul contagio resi noti dall’Istituto Superiore di Sanità, la decisione del ministero della Salute di attivare subito un bollettino settimanale, ed evidenzia poi come il picco di casi di contagio sia stato in seguito superato. 

Scrive Cerasa: L’Oms oggi riferisce che i focolai di morbillo che si stanno registrando in Europa hanno causato 35 morti negli ultimi 12 mesi, 31 solo in Romania.

Due in Italia. Sempre secondo l’Oms il numero di ammalati censiti in Italia dal giugno 2016 sono stati oltre 3.300.

Il picco è stato raggiunto a marzo, con 880 casi. A giugno siamo scesi a 287.

Per circoscrivere il focolaio di morbillo, divampato improvvisamente a gennaio tra la popolazione adulta dopo anni di declino della diffusione della malattia in Italia, il governo ha deciso quindi di sparare nel mucchio con il decreto Lorenzin. E vedere l’effetto che fa."


Immagine

Beatrice Lorenzin incontra a Washington Bill Corr viceministro della #Salute: confronto sulle immunizzazioni 26/09/2014

Il Codacons denuncia la #Lorenzin. Nascoste migliaia di reazioni avverse da vaccini. Il documento svela anche cinque morti di neonati causate da reazioni gravi ai vaccini, avvenute in Piemonte, Basilicata, e Lombardia.

Immagine


Codacons nel 2017 denunciò la Lorenzin:



FONTE: https://databaseitalia.altervista.org/codacons-denuncia-la-lorenzin-ha-nascose-documenti-che-rivelano-i-danni-da-vaccino/

" ha nascosto documenti che rivelano i danni da vaccino. Il Codacons contro l’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sul tema dei vaccini. L’associazione che tutela l’ambiente e i diritti dei consumatori, ha reso pubblici oggi alcuni documenti che fanno luce sulle reazioni avverse dei vaccini su un numero elevato di pazienti. Per questo avrebbe depositato presso le istituzioni di riferimento una denuncia penale per omissioni di atti d’ufficio. Il documento è redatto dall’Aifa (associazione italiana del farmaco) e mostra i dati raccolti negli anni che vanno dal 2014 al 2016. L’accusa al ministro è di omissione d’atti d’ufficio. Il Codacons si chiede se Lorenzin abbia illustrato i dati Aifa agli altri ministri, prima dell’approvazione del controverso decreto che aumenta il numero delle vaccinazioni obbligatorie e le rende necessarie per l’iscrizione dei bambini nelle scuole. Il decreto include anche il giudizio sopra la potestà genitoriale per i genitori che non si allineano a questi nuovi obblighi di legge. Codacons sui vaccini: «Serve trasparenza» I documenti dell’AIFA, i cui risultati possono essere letti qui nella loro interezza, mostrano le segnalazioni di reazioni pericolose legate ad alcuni vaccini. In particolare, le segnalazioni riguardano il farmaco che è indicato con il nome commerciale di Infarinx Hexa (1892 segnalazioni nel 2014 e 992 nel 2015, e 702 casi per il farmaco) e che tutti conoscono come vaccino esavalente. Il dato significativo è che messi a confronti con i dati OSMED ( Osservatorio Medico sull’impiego dei medicinali ) i dati crescono in maniera esorbitante: parliamo di 8182 casi nel 2014 e 7892 nel 2015. All’interno del documento ci sono due tabelle che mostrano la percentuale di manifestazione di alcune patologie a seguito della somministrazione dei vaccini. Queste vanno da patologie del sistema nervoso, gastrointestinali, vascolari, del metabolismo, cardiache, del sistema muscolo scheletrico, immunitario, fino alle renali e urinarie. Il documento svela anche cinque morti causate da reazioni gravi ai vaccini, avvenute in Piemonte, Basilicata, e Lombardia. Coinvolti sono neonati tra le 9 e le 11 settimane di vita. Anche se alcuni studi riportati nel documento, dimostrano che non esiste una relazione causale tra l’esposizione ai vaccini e la morte prematura, SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante), è chiaro che il nesso temporale è talmente evidente che la “scienza” può mettere in campo tutte le sue scoperte senza fugare tutti i ragionevoli dubbi che crea questa situazione Le case farmaceutiche non pagano i danneggiati italiani, che sono rimborsati da noi contribuenti. ( sin dai tempi del Presidente del senato Scognamiglio ). Si sono tratte quindi anche conclusioni su come mai le case farmaceutiche avrebbero scelto proprio l’Italia come campo d’avanguardia per la sperimentazione vaccinale a livello mondiale. e la risposta è molto semplice: da noi se le aziende sbagliano e forniscono alle ASL un prodotto pericoloso che danneggia la salute pubblica, a rimetterci non sono le stesse aziende ma il Ministero della Salute, e in via indiretta, tutti noi contribuenti! Il Codacons ha terminato il suo intervento con un appello al Presidente Mattarella affinché non firmi il decreto legge. Dopotutto, ricorda l’associazione, lo stesso Mattarella da Presidente della Corte Costituzionale ha creato una serie di precedenti giuridici nei quali venivano riconosciuti gli stessi danni dei vaccini."

FONTE: https://www.agi.it/rubriche/la-voce-del-consumatore/vaccini_cassazioni_ribalta_decisioni_su_danni_da_vaccinazione-1451965/news/2017-02-04/

(Codacons) - Bimbo rimasto disabile a causa dei vaccini obbligatori va risarcito. Sentenza apre la strada a migliaia di condanne a risarcimenti nei confronti del ministero della Salute per reazioni avverse al vaccino Con una clamorosa sentenza la Corte di Cassazione ha ribaltato tutte le precedenti decisioni in tema di danni da vaccino, ponendo definitivamente la parola fine sul diritto delle famiglie ad essere indennizzate nel caso in cui le vaccinazioni producano reazioni avverse e danni alla salute. Lo afferma il Codacons, che rende nota una sentenza di pochi giorni fa della Corte di Cassazione che ha dato ragione alla famiglia di un ragazzo di Vittorio Veneto divenuto disabile grave dopo la somministrazione dei vaccini obbligatori. La vicenda – ricorda l’associazione – inizia nel 1981 quando al bambino, che oggi ha 37 anni, vengono somministrate le vaccinazioni contro polio, difterite, tetano e morbillo. Subito si manifestano le prime reazioni avverse: febbre alta, perdita della parola, fino ad arrivare ad una diagnosi tragica: encefalopatia epilettica con grave ritardo psicomotorio e del linguaggio. Dalle perizie mediche risulterebbe che a scatenare la reazione avversa sarebbe stato il vaccino antipolio, poiché gli effetti più gravi si manifestarono subito dopo la seconda dose di quella vaccinazione. Ma la somministrazione degli altri vaccini avrebbe ulteriormente danneggiato il sistema nervoso e immunitario del bambino, e la stessa consulenza tecnica del Tribunale di Treviso ha confermato senza alcuna possibilità di dubbio il nesso di casualità tra le patologie insorte e le vaccinazioni. La Cassazione, dopo 35 anni, ha così definitivamente condannato il Ministero della salute a risarcire la famiglia del bimbo per danni da vaccinazione, sulla base della legge 210/1992. “La sentenza apre ora la strada a migliaia di cause risarcitorie contro il Ministero della salute da parte di quelle famiglie che, per via delle nuove norme regionali e comunali che impongono la vaccinazione per la frequentazione di scuole e asili, dovessero riscontrare reazioni avverse ai vaccini nei propri figli. In tal senso il Codacons, che ha già ricevuto centinaia di segnalazioni da genitori che denunciano danni da vaccino esavalente, invita le famiglie a rivolgersi all’associazione per denunciare possibili reazioni avverse legate alle vaccinazioni obbligatorie, e avviare le dovute azioni legali contro lo Stato e l’Istituto Superiore di Sanità – afferma il presidente Carlo Rienzi – Ribadiamo come l’obbligo delle vaccinazioni per l’ingresso nelle scuole sia un provvedimento illegale e incostituzionale, ancor di più alla luce di questa sentenza che accerta in modo chiaro la possibilità di danni irreparabili ai bambini causati da un eccesso di vaccini”.

venerdì 29 maggio 2020

Nota dell’Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica sulle vicende inerenti al mondo giudiziario

«In riferimento alle vicende inerenti al mondo giudiziario, assunte in questi giorni a tema di contesa politica, il Presidente della Repubblica ha già espresso a suo tempo, con fermezza, nella sede propria - il Consiglio Superiore della Magistratura - il grave sconcerto e la riprovazione per quanto emerso, non appena è apparsa in tutta la sua evidenza la degenerazione del sistema correntizio e l’inammissibile commistione fra politici e magistrati.  ​

 Il Presidente della Repubblica ha, in quella stessa sede, sollecitato modifiche normative di legge e di regolamenti interni per impedire un costume inaccettabile quale quello che si è manifestato, augurandosi che il Parlamento provvedesse ad approvare una adeguata legge di riforma delle regole di formazione del CSM.  ​

Una riforma che contribuisca – unitamente al fondamentale e decisivo piano dei comportamenti individuali – a restituire appieno all’Ordine Giudiziario il prestigio e la credibilità incrinati da quanto appare, salvaguardando l’indispensabile valore dell’indipendenza della Magistratura, principio base della nostra Costituzione. ​Per quanto superfluo va, peraltro, chiarito che il Presidente della Repubblica si muove - e deve muoversi - nell’ambito dei compiti e secondo le regole previste dalla Costituzione e dalla legge e non può sciogliere il Consiglio Superiore della Magistratura in base a una propria valutazione discrezionale.

 ​Il CSM, a norma della Costituzione, conclude il suo mandato dopo quattro anni dalla sua elezione e può essere sciolto in anticipo soltanto in presenza di una oggettiva impossibilità di funzionamento, condizione che si realizza, in particolare, ove venga meno il numero legale dei suoi componenti. 

Qualora ciò avvenisse il Presidente della Repubblica sarebbe obbligato dai suoi doveri costituzionali a convocare, entro un mese, nuove elezioni dell’intero organo, ovviamente secondo le regole vigenti per la sua formazione.

 L’attuale CSM, rinnovatosi in parte nella sua composizione, non si trova in questa condizione ed è impegnato nello svolgimento della sua attività istituzionale.  ​

Se i partiti politici e i gruppi parlamentari sono favorevoli a un Consiglio Superiore della Magistratura formato in base a criteri nuovi e diversi, è necessario che predispongano e approvino in Parlamento una legge che lo preveda: questo compito non è affidato dalla Costituzione al Presidente della Repubblica ma al Governo e al Parlamento.

 ​Governo e Gruppi parlamentari hanno annunziato iniziative in tal senso e il Presidente della Repubblica auspica che si approdi in tempi brevi a una nuova normativa. Risulterebbe, peraltro, improprio un messaggio del Presidente della Repubblica al Parlamento per sollecitare iniziative legislative annunciate come imminenti. 

Al Presidente della Repubblica competerà valutare la conformità a Costituzione di quanto deliberato al termine dell’iter legislativo, nell’ambito e nei limiti previsti per la promulgazione. 

 ​Per quanto attiene alla richiesta che il Presidente della Repubblica si esprima sul contenuto di affermazioni fatte da singoli magistrati contro esponenti politici va ricordato che, per quanto gravi e inaccettabili possano essere considerate, sull’intera vicenda sono in corso un procedimento penale e diversi procedimenti disciplinari e qualunque valutazione da parte del Presidente della Repubblica potrebbe essere strumentalmente interpretata come una pressione del Quirinale su chi è chiamato a giudicare in sede penale o in sede disciplinare: la giustizia deve fare il suo corso attraverso gli organi e secondo le regole indicate dalla Costituzione e dalle leggi.

 È appena il caso di ricordare, infine, che un eventuale scioglimento del Consiglio Superiore della Magistratura comporterebbe un rallentamento, dai tempi imprevedibili, dei procedimenti disciplinari in corso nei confronti dei magistrati incolpati dei comportamenti resi noti, mettendone concretamente a rischio la tempestiva conclusione nei termini previsti dalla legge.​ 

 ​In merito alle vicende che hanno interessato la Magistratura, il Presidente della Repubblica, come ha già fatto in passato, tornerà a esprimersi nelle occasioni e nelle sedi a ciò destinate, rimanendo estraneo a dibattiti tra le forze politiche e senza essere coinvolto in interpretazioni di singoli fatti, oggetto del libero confronto politico e giornalistico». 

 Roma, 29/05/2020

Billionaire globalist George Soros plans to eliminate most Trump supporters #socialmedia before the 2020 election, according to the leaked document "

Il globalista miliardario George Soros ha in programma di eliminare la maggior parte dei sostenitori di Trump #socialmedia prima delle elezioni del 2020, secondo il documento trapelato "

"Piano di George Soros per censurare ed eliminare giornalisti, cittadini e sbocchi pro-Trump prima delle elezioni presidenziali del 2020".

Immagine

Immagine

Immagine

OBAMAGATE ITALY : Obama ha tenuto una cena ufficiale di stato con l'Italia tre giorni prima che il mandato di FISA Carter Page fosse iniziato

Non solo l'Italia è stata probabilmente il luogo in cui è iniziata la farsa della Collusione Trump-Russia, ma tre giorni prima dell'istituzione del mandato FISA Carter Page, il Dipartimento di Stato di Obama ha organizzato una cena di stato ufficiale con l'Italia.



Meno di una settimana fa abbiamo riferito che il probabile terreno di partenza per la finzione di collusione Trump-Russia era l'Italia. George Papadopoulos ha pubblicato il seguente tweet su Obamagate in Italia pochi giorni prima del nostro post:


Obama e l'ex leader italiano, Matteo Renzi, hanno tenuto riunioni in Italia prima delle elezioni del 2016 e all'inizio del 2017.
Papadopoulos ha anche twittato il suo pensiero che l'Italia fosse più coinvolta in Obamagate rispetto a quanto precedentemente riportato:
Giulio Occhionero, ingegnere nucleare italiano e sospetto bersaglio del Deep State, ha sottolineato la connessione italiana nel rilascio di coloro che hanno smascherato il generale Michael Flynn nelle settimane successive alle elezioni del 2016. Questo elenco è stato rilasciato anche poche settimane fa. L'elenco comprendeva l'ambasciatore di Obama in Italia, John R. Phillips e il vice capo missione in Italia, Kelly Degnan.
Occhionero è stato arrestato per un crimine che ha affermato di non aver commesso dove afferma di essere stato istituito dal Deep State.
Al suo arresto, gli italiani che lo hanno arrestato hanno chiesto: "Chi è il tuo contatto con la squadra di Trump?"
La stampa italiana è sconvolta dalle notizie secondo cui la moglie del giovane Papadopoulos, un modello nato in Italia, è stata incaricata dall'FBI di spiare suo marito:
https://twitter.com/MazzellMaurizio/status/1262849946514067456?s=20
La signora Papadopoulos è stata anche presa di mira dopo aver testimoniato davanti al Congresso che Joseph Mifsud, che ha collegamenti con l'Italia, era in realtà con la Fondazione Clinton.
Ma forse il documento più dannoso, dimostrando legami con l'Italia, è stata la lettera di lancio di Crossfire Hurricane recentemente pubblicata Questo documento è ciò che ha iniziato tutto . La bufala della collisione Trump - Russia, culminata con il Consiglio speciale Mueller, è iniziata con questo documento.
Se il documento Crossfire Hurricane si riferisce all'Italia, crediamo fermamente che si riferisca a LEGAT o Legal Attache Kieran Ramsey . Occhionero ha affermato che Ramsey non avrebbe testimoniato nel suo processo e ritiene che ciò sia dovuto al fatto che sta nascondendo qualcosa.
Abbiamo già riferito di Ramsey e abbiamo notato che gli viene richiesto di essere intervistato dal Senato.
Dettagli:
(S / /REL A USA[Redatto] Mercoledì 27 luglio 2016, l'addetto legale (Legat) [Redatto] è stato convocato presso l'Ufficio del Vice Capo della Missione (DCM) per il [Redatto] che lascerà [Redatto] dopo sabato 30 luglio, Il 2016, che presto si ritirerà dal servizio governativo, informa [Redatto] di essere chiamato da [Redatto] su una questione urgente che richiede un incontro di persona con l'ambasciatore degli Stati Uniti. [Nota: [redatto]. Il [Redatto] era programmato per essere lontano dalle poste fino a metà agosto, quindi [Redatto] ha partecipato alla riunione.
Se l'incidente annotato nel documento si è verificato in Italia, il LEGAT era Ramsey. Barbara su Twitter sottolinea che la Santa Sede (ovvero la Chiesa cattolica di Roma, Italia) ha avuto un cambio di capo missione nel luglio 2016:

Tutto è iniziato a luglio 2016 in Italia. 

È per questo che Obama ha invitato Renzi alla Casa Bianca poco prima dell'inizio del mandato FISA di Carter Page? È stato questo un incontro tra agenti di Deep State per congratularsi a vicenda per i crimini fino ad oggi e mettere in atto altri crimini? 
Ora sappiamo che il primo memo FISA di Carter Page è stato avviato il 21 ottobre 2016. Questo è stato solo tre giorni dopo la cena di stato con l'Italia. 

Per una revisione degli inviti alla cena, molti erano presenti nell'Amministrazione Obama alla cena, ma così era anche Hunter Biden e lo stesso valeva per l'Italia Raffaele Cantone, nominato Renzi Presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione in Italia. Perché era a questo incontro?
https://twitter.com/g_occhionero/status/1256082398288269312?s=20

Cosa stava succedendo con Obama e gli italiani nel 2016?

Non c'è da stupirsi che l'avvocato americano John Durham abbia viaggiato con AG Barr in Italia. Sembra che l'Italia sia stata l'epicentro di Crossfire Hurricane!