martedì 26 maggio 2020

Democratici e Obama sono responsabili dell'avvio di indagini su false e deboli prove dei rapporti di Trump con Putin appoggiato da un FBI corrotto. Un comportamento che danneggio il Presidente Trump

L'operazione Crossfire Hurricane, l'indagine di controspionaggio dell'FBI su presunti legami tra la campagna di Trump e la Russia, si basava su "prove" così deboli che un ex dirigente dell'FBI afferma che non avrebbe mai dovuto essere aperto

Barack Obama voleva distruggere Donald Trump, e armò il governo federale affinché ciò accadesse, forzando un'indagine scarsamente giustificata in circostanze normali.

Barack Obama è responsabile dell'avvio delle indagini di Trump / Russia e messaggi di testo inviati da Peter Strzok alla sua amante Lisa Page indicavano che le indagini si stavano esaurendo alla Casa Bianca. In breve, l'FBI, un tempo notoriamente indipendente, divenne un'arma politicizzata di Barack Obama, che voleva "sapere tutto" su ciò che stava succedendo nell'inchiesta ed era a conoscenza dei dettagli critici di questa indagine.

Il promemoria inconsistente si era concentrato su un "suggerimento" trasmesso dall'ambasciatore australiano Alexander Downer secondo cui il consulente della campagna Trump George Papadopoulos avrebbe potuto coordinare con la Russia il rilascio di informazioni dannose su Hillary Clinton.

Downer aveva sentito le informazioni sui russi durante una conversazione al bar nel maggio 2016 da Papadopoulos, che aveva ascoltato due mesi prima da un professore europeo che aveva sentito presumibilmente ì russi e del tutto evidente che questo Dossier era privo di prove.

Un promemoria appena declassificato del 31 luglio 2016, che ha avviato l'intera indagine, non si basava su alcuna prova di illeciti da parte dei membri della campagna di Trump.

Di fatto i Democratici ed Obama trovarono consensi anche in qualche oppositore interno ai Repubblicani, ma Trump riuscì a vincere meritatamente.

Adesso chi risarcisce del danno fatto alla credibilità di Trump, bene non certo un indagine su Obama ed i Democratici ma il Popolo Degli Stati Uniti che possono risarcire Trump del danno ingiusto subito attraverso il Voto !

Votare Trump per il secondo mandato è un atto dovuto per risarcire il danno fatto a Trump e alla Prima Democrazia del Mondo.

Remo Pulcini

0 commenti:

Posta un commento