giovedì 18 giugno 2020

Conte ed il Governo dei nominati, non hanno in mano un soldo solo propaganda. Vanno mandati a casa prima che sia tardi appello a Mattarella , Confindustria, Confcommercio e Sindacati.

Finalmente anche il Presidente Mattarella si accorge che il Governo Conte, formato dal Partito Democratico e Movimento 5 Stelle da mesi ormai prendono in giro il Paese Italia.

Proclami, Annunici, Stati Generali sembra di essere nel fil di Albanese "Cchiù pilu pe' tutti," se non fosse che questi personaggi nominati e non votati giocano con la pelle di 60 milioni di Italiani.

Il Governo Conte quello che da solo si è preso l'incarico, onere e la responsabilità esautorando il Parlamento di risolvere i problemi della crisi Italiana dovuta alla Pandemia e che annunciava soldi per tutti gli Italiani come se fossero noccioline è arrivato al giorno della verità.

Conte esordiva giustificando il ritardo con cui si è arrivati, a metà maggio, al varo del decreto aprile: «Abbiamo fatto un lavoro incredibile, su un testo da 250 articoli e 55 miliardi, l'importo di due manovre di bilancio», soldi per la cassa integrazione, per le imprese, per gli autonomi ma nessuno a visto nulla.

Persino i Bonus mobilità e vacanza non sono disponibili e  molti Italiani creduloni anziche' comprare cibo si sono accolati la spesa del monopattino.

Intanto il quadro che emerge non e' solo la mancanza di soldi promessi per la ripresa, ma il peggioramento in cui il Paese sta cadendo rischiando o la Troika o la frantumazione dell'Europa che non lasceremo noi ma sara' lei ad abbandonarci.

Qui si rischia con il fuoco e mi meraviglio che Confindustria, Confcommercio, Opposizione, Sindacati e Presidente Mattarella siano così sereni che "noi c'e' la faremo ".

Debito pubblico che avanza al Galoppo, rischio chiusura di circa un milione fra partite iva, imprese e quant'altro.

Produzione industriale -30%, pil -9% e persino le esportazioni crollano.

Bisogna rendersi conto che non basteranno gli Stati Generali per convincere i Paesi come l'Olanda e quelli del Nord Europa che Italia possa dare garanzie e non basteranno riforme.

Europa non vuole piu' parole e passarelle ma fatti.



Gli Italiani devono sapere che gli eventuali miliardi Europei non arriveranno prima di Gennaio, mi lascia esterefatto che le associazioni di categoria del settore interessato per competenza lo sanno e non dicono nulla.

Anzi vi annuncio che Olanda di Ruth ha seri problemi a far approvare gli Eurobond, nel suo Paese anche'esso in crisi ha una forte opposizione interna.

Non e' detto che i soldi dall'Europa arriveranno e se mai arriveranno saranno la metà di quelli previsti e a Gennaio del 2021.

Una cosa si poteva fare subito stampare grosse quntità di Bot e riformare in modo pesante il Csm in modo da dare credibilità al Paese.

Vedrete che la fine di questo Governo trascinerà il Paese in una crisi di difficile risoluzione.

0 commenti:

Posta un commento