lunedì 6 luglio 2020

Hong Kong, legge sulla sicurezza: Le librerie ritirano i testi ‘pro-democrazia’ e Europa tratta con la Cina

Scompaiono dalle librerie cittadine i volumi “pro-democrazia”. Secondo le autorità locali, i testi sono stati ritirati per verificare la loro compatibilità con la nuova legge sulla sicurezza. Il South China Morning Post riporta che almeno nove libri non sono più disponibili, tra cui quelli di Joshua Wong e Tanya Chan, due noti esponenti del fronte democratico. 

 La nuova normativa, entrata in vigore il 30 giugno, introduce i reati di separatismo, sovversione, terrorismo e collusione con forze straniere. Pechino l’ha imposta per soffocare il movimento democratico, che da un anno manifesta per l’autonomia di Hong Kong dalla madrepatria e per il mantenimento del suo sistema liberale.

0 commenti:

Posta un commento