sabato 11 luglio 2020

Italia come il Venezuela di Maduro, Conte si prende pieni poteri per chiuderci in casa e non faci votare. Le Istituzioni Democratiche calpestate in assenza di Pandemia e nel silenzio assoluto di tutti

In assenza di Pandemia e con assembramenti di ogni genere in Italia, dal mare alla movida che di fatto hanno superato le prescrizioni sbagliate degli esperi ecco che un Conte qualsiasi non votato dal Popolo con la scusa del coronavirus che non è ancora completamente debellato, vuol approfittare per prolungare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre.

Che cosa ciò significhi è presto detto: il presidente del Consiglio si prepara a usare la paura del Covid per restare a Palazzo Chigi e continuare a governare come ha fatto finora, cioè credendosi un monarca che non deve rendere conto al Parlamento e, soprattutto, agli italiani. 

Inoltre questo Governo abusivo si prepara in anticipo coinvolgendo con la Lamorgese le Istituzioni Demcoratiche come i Servizi Segreti e le forze di Polizia nella consapevolezza che in mancanza di condizioni e esauturando il Parlamento Italiano si prepara a continuare lo stato di emergenza pur sapendo che questo potrebbe scatenare rivolte giustificabili.

In questo quadro da Venezuela di Maduro è chiaro che gli Italiani, il Presidente Mattarella e tutte le Istituzioni comprese i Servizi Segreti si rendano conto del pericolo che un prolungamento dello stato di Emergenza in assenza di Emergenza Pandemica e con un semplice Dpcm puo' passare dall'essere emergenza a condizione normale finendo per diventare Italia una Dittatura Democratica.

Conte e questo Governo andrebbero processati per aver minato alle fondamenta la stabilità della Democrazia Italiana violentandola con semplici Dpcm e dimostrando quanto debole siano le Istituzioni e coloro che dovrebbero tutelarla.

Un pericolo per Occidente ed un punto di non ritorno per le Istituzioni Demcratiche che si troverebbero in dittatura senza accorgersene.


0 commenti:

Posta un commento