domenica 26 luglio 2020

La fine della Repubblica, un Paese per pochi, e senza Futuro: Il Cancro della Corruzione e la caduta di tutte le Istituzioni, CSM, Carabinieri, Costituzione e Sovranità

La Repubblica Italiana è giunta ormai alla fine del suo percorso.

Il Paese Italia è solo un posto per pochi che riescono ad entrare nel circolo mentale in cui è caduta la Repubblica.

Tutto il resto degli Italiani sopravvive in mezzo a questa tempesta e a violenze psicologiche di ogni tipo.

Una Nazione devastata da favoritismi, furberie e ruberie di ogni tipo e di ogni genere, un Oceano che solo alcuni "onesti" cercano di combattere svuotandolo con una bacinella.

Che il Paese fosse devastato dalla Corruzione e dalle ingiustizie di ogni tipo lo sapevamo tutti, d'altronde lo sapevamo tutti da statistiche che ci relegano all'ultimo posto fra i Paesi Europei e fra gli ultimi nel mondo assieme a Paesi che pensavamo distanti come Uganda e Zimbawe.

Il cancro che ha ucciso la repubblica ha permeato ogni settore e ogni Istituzione Italiana, non esiste una sola immune da fenomeni di compiacenza, raccomandazione, favoritismo, corruzione, e violenza.

Se qualche Istituzione è ad oggi immune e perche' non si è ancora scoperto il marciume.

Organi Istituzionali che pensavamo immuni come Magistratura, Carabinieri, Parlamento che dovevavo essere oasi felici si sono rilevati invece pericolosamente marci.

In questo decadimento generale bisogna aggiungere una perdita di Sovranità a favore di un Europa Socialista e filo Cinese che ha imposto alla Nazione Italia Governi privi di sovranità popolare.

Una Repubblica che viene smantellata a colpi di scalpello con semplici DPCM e a cui il Popolo Italiano ormai sotto la sindrome di Stoccolma non riesce neppure a ribellarsi.

La Repubblica è morta e con essa la Nazione Italia le cellule Cancerogene che affliggono il Paese sono cosi' soverchianti che le poche cellule immunitarie pulite non riescono piu' a sconfiggerle.

Il Paese è deceduto e continuerà a sopravvivere in questo modo mentre le parti sane del Paese rappresentate dai nostri figli, nella maggior parte pur di rimanere in Italia soccomberanno ai pochi fortunati che andranno via.


0 commenti:

Posta un commento