sabato 22 agosto 2020

LA MAGISTRATURA INDAGHI SULLE RESPONSABILITA' DELLE GRAVI MANCANZE DEL PIANO PANDEMICO ITALIANIO DEL MINISTERO DELLA SALUTE CHE HA CONCAUSATO MORTI AL PRIMO LOKDOWN

 Gli obiettivi del Piano Pandemico (Piano nazionale di preparazione e risposta ad una pandemia influenzale – CCM 2008)

 Il primo obiettivo del Piano Pandemico (2008) consisteva nell’“identificare, confermare e descrivere rapidamente casi di influenza causati da nuovi sottotipi virali, in modo da riconoscere tempestivamente l’inizio della pandemia”. 

Questo obiettivo prevedeva l’integrazione di diversi sistemi di sorveglianza epidemiologica affidati a una regia nazionale (protocolli di sorveglianza dei viaggiatori provenienti da aree infette, degli operatori sanitari, dei casi sospetti e dei contatti, sorveglianza virologica nei laboratori, indagini epidemiologiche dei cluster di sindrome influenzale, dati di mortalità settimanale e accessi al pronto soccorso in un campione di comuni, sorveglianza sentinella dei tassi di assenteismo lavorativo e scolastico in alcuni siti selezionati).

 “Il piano pandemico italiano "vecchio e inadeguato", rileva il rapporto Covid. Linee guida obsolete e mancanza di protocolli potrebbero aver portato a migliaia di morti in più.

 Un piano pandemico gravemente obsoleto e soprattutto non aggiornato potrebbe aver contribuito a provocare migliaia di morti per Covid-19 in Italia, secondo un rapporto che sarà presentato ai pubblici ministeri che indagano su presunti errori da parte delle autorità italiane.

 Nel documento si legge che «è dal 2013 che gli Stati europei, e quindi l’Italia, sono giuridicamente vincolati a mantenere costantemente aggiornata la pianificazione pandemica in aderenza alle linee guida dell’Oms e del Centro europeo per il controllo delle malattie. 

Il piano pandemico nazionale invece non è mai stato costantemente aggiornato a partire dal 2010, o forse anche da prima». 

Un "Piano pandemico influenzale" pubblicato sul sito web del Ministero della Salute italiano mostra che il piano è stato aggiornato l'ultima volta il 15 dicembre 2016. 

Tuttavia, le proprietà del documento su Abode Acrobat Reader mostrano che il documento è stato creato nel gennaio 2006. 

"Quando modifichi un documento, dovresti anche cambiare il titolo", ha detto al Guardian Lunelli, uno specialista in operazioni di guerra e pianificazione della NBC. Nella sua analisi, il generale - esperto di pianificazione e tra i suoi ultimi incarichi responsabile della Scuola Interforze per la Difesa Nbc, la struttura che a livello nazionale forma al contrasto delle minacce di tipo chimico, biologico, radiologico e nucleare non solo il personale militare, ma anche quello civile e dei ministeri"

"Potrebbe essere probabile che l'Italia non abbia aggiornato il suo piano dal 2006".

LA MAGISTRATURA DEVE INDAGARE !

FONTE: https://www.ryderitalia.it/index.php/notizie-dal-mondo/250-il-piano-pandemico-italiano-vecchio-ed-inadeguato

0 commenti:

Posta un commento