sabato 30 gennaio 2021

L'OMS critica il piano di controllo delle esportazioni di vaccini dell'UE che potrebbe comportare il rischio di prolungare l'epidemia.

 A causa della recente controversia sulle restrizioni all'esportazione del nuovo vaccino contro la corona nell'UE, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha criticato l'approccio dell'UE che potrebbe comportare il rischio di prolungare l'epidemia.

 Il vicedirettore generale dell'OMS Mariangela Simao ha affermato che l'approccio dell'UE è preoccupante. Il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, ha anche affermato in precedenza che questo approccio nazionalista del vaccino potrebbe rallentare il recupero della società normale.

 Il dottor Tan Desai ha anche affermato che questa pratica di accumulare vaccini non solo aggraverà ulteriormente la disuguaglianza globale e la perdita di profitti morali, ma alimenterà anche la diffusione dell'epidemia e rallenterà la ripresa dell'economia globale.

0 commenti:

Posta un commento