domenica 14 marzo 2021

Nessun cambiamento nel #pd, «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.» di Remo Pulcini - Iscritto ad Italia Viva

 Le Sardine e il popolo del Pd si attendeva un segno di discontinuità, un cambiamento nel nome e nella politica che potesse avvicinarsi al sostenitore di sinistra ed invece nulla di tutto questo è accaduto.

Come diceva il Tomasi di Lampedusa,  ne Il Gattopardo pronunciata da Tancredi, è: «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.», questo è accaduto nel Partito Democratico sempre più lontano dal suo popolo.

Sostituire Nicola Zingaretti con Enrico Letta è un segno inequivocabile che tutto rimanga come è, una guerra fra bande e correnti interne che sono lontane dalle esigenze del popolo di sinistra.

Si potrebbe dire che il nome del segretario è meno importante dei contenuti.

Ma anche su questa linea il partito rischia di perdere molti dei propri sostenitori.

Un partito distante dalla realtà ed esigenze del popolo italiano.

La forma più insostenibile d'indifferenza politica è l'incapacità di leggere e di comprendere quali possono essere le reali condizioni del popolo e di comprenderne le esigenze.

Dopo 100.000 morti e a poche ore di prossimo lokdown totale che lascerà sul campo migliaia di piccole e medie imprese, e la perdita di nuovi posti di lavoro e il partito democratico con il nuovo segretario che dovrebbe attuare una politica di sinistra invece cosa fa, propone una serie di argomenti e tematiche che nulla hanno a che fare con questa tragica emergenza.

Il Partito Democratico cosa propone il voto ai sedicenni e lo ius soli nel completo disprezzo e distanza per chi sta soffrendo da oltre un anno.

Questo Partito Democratico oggi non è un partito di sinistra ma una balena bianca della peggiore fase della prima repubblica, quella delle lotte intestine fra correnti assolutamente avulsa dalla società.

In questa pagina amara della politica italiana devo certificare la grande lucidità politica di Renzi che quanto meno ha ben interpretato le esigenze del cambiamento.



0 commenti:

Posta un commento